Articoli

DFDS alla Barcolana Regatta

Anche se i grandi traghetti sono più il nostro stile, i nostri colleghi a BU Med non poteva perdere l'occasione di farlo aumentare la consapevolezza su DFDS e sulle nostre attività presso il festoso Regata Barcolana. 

La Barcolana Regatta è una regata velica internazionale disegna il maggior numero di da corsa barche a vela nel mondo. Tradizionalmente ci sono partecipano più di 300.000 visitatoriing l'evento per vedere circa 2.000 barche a vela nel Golfo di Trieste. L'evento è oltre una settimana di festeggiamenti a terra e in mare e trasforma Trieste nella capitale europea della vela.  

Jens Peder Nielsen, amministratore delegato di Trieste, era lì per accogliere alcuni visitatori. Lui dice: "DFDS aveva impostato su sulla piazza principale di Trieste con un proprio container da 45 ', distribuendo informatisu regali materiali e adatti alle famiglie. Questo waun buon modo per creare visibilità in un' a livello locale e raccontare chi siamo, cosa facciamo e cosa ci lega a Trieste e ai suoi port. Lars Hoffman, che era in visita, ha avuto anche una buona occasione per vivere l'impressionante evento e vedere il nostro setsu. Complimenti a tutte le persone coinvolte. 

“Purtroppo, a causa tempo molto brutto e forte bora vento, la regata velica di domenica 11 ottobre è stata annullata, con delusione di tutte le persone coinvolte. Tuttavia, la sicurezza viene prima di tutto e in condizioni meteorologiche estreme non è stato possibile garantire la sicurezza dei partecipanti e l'annullamento è stata sicuramente la decisione giusta ". 

Mitja Gialuz, Presidente dell'organo del circolo velicoèing Barcolana, Società Velica di Barcola e Grignano, afferma: "Siamo stati lieti di dare il benvenuto a DFDS a Barcolana. In un anno così intenso e complesso, vale la pena sottolineare la lungimiranza di chi sostiene le comunità locali e gli eventi a favore della loro economia. Til suo partnership dimostra ancora una volta che il mare è un legame forte da cui possono nascere nuove sinergie e progetti, per a vantaggio di tutti. 

Incidente mortale a Trieste

Sabato si è verificato un incidente mortale sulle Efeso Seaways a Trieste

Sono molto triste di doverti informare che sabato sera si è verificato un incidente mortale su Ephesus Seaways a Trieste. Tragicamente, un guardiano del fuoco impiegato da una compagnia esterna che sovrintende al carico di merci pericolose è stato colpito da un rimorchio a bordo della nave. Anche se fu fornita assistenza immediata e una squadra di soccorso arrivò poco dopo, era troppo tardi per salvare la vita dell'uomo.

L'incidente è attualmente oggetto di indagine da parte delle autorità italiane e faremo tutto il possibile per assisterli. Condividiamo tutti la responsabilità di garantire un ambiente di lavoro sicuro in cui non si verificano incidenti mortali.

Alla luce di questo tragico incidente che ci ha profondamente colpiti, abbiamo deciso di interrompere le operazioni nel terminal domenica.

Siamo profondamente rattristati dall'incidente e i nostri pensieri vanno al defunto e alla sua famiglia.

Lars Hoffmann, vicepresidente e capo della BU

Nuova connessione intermodale da Istanbul a Colonia

Il nostro terminal di Trieste assicurerà che le merci dei nostri clienti abbiano una transizione graduale tra treno e traghetto

La nostra collaborazione con la compagnia di trasporti Ekol si sta rivelando molto valida per il nostro servizio clienti. A seguito del nostro accordo con Ekol sul trasporto di rimorchi nel Mediterraneo, DFDS può ora fornire un collegamento diretto tra la regione di Istanbul in Turchia e Colonia in Germania. Ekol continuerà a utilizzare questa connessione, fornendo così i volumi per rendere più agevole la fase di avvio.

Giancarlo De Marco Telese, responsabile delle operazioni intermodali, afferma: "Ciò è diventato possibile quando il collegamento tra Trieste e Colonia è passato da" Solo Ekol "a" aperto "per tutti i clienti di DFDS e Kombiverkehr (il partner ferroviario del progetto). Con questo, i clienti possono raggiungere rapidamente la Germania settentrionale. È più facile per i nostri clienti pianificare il trasporto poiché comunicano solo con DFDS e riduce i tempi di consegna rispetto a soluzioni alternative. Il treno effettua otto viaggi andata e ritorno alla settimana con una capacità settimanale di 512 unità e sono necessarie solo 20 ore per spostarsi tra Colonia e il terminal DFDS Trieste in Italia. ”

Insieme a Monaco e Ludwigshafen, Colonia è il terzo collegamento diretto con la Germania, a dimostrazione del fatto che il trasporto intermodale è un mercato vivace poiché sempre più clienti realizzano il valore aggiunto dello spostamento di unità non accompagnate su ferrovia.

Trieste - la porta per la Turchia verso l'Europa

Jens Peder Nielsen, amministratore delegato del nostro terminal di Trieste. Qui visto di fronte a Efeso Seaways

Poco più di un anno fa, Jens Peder Nielsen ha iniziato come amministratore delegato del nostro terminal di Trieste, in Italia. Da allora, l'ottimizzazione del terminale è stata una priorità assoluta. A marzo e giugno, i nostri colleghi di Trieste hanno dato il benvenuto a Efeso e Troia freschi dal cantiere navale di Jinling in Cina. Ci sono stati anche diversi sviluppi completi e in corso in questo fiorente terminal.

Accesso al flusso di libero scambio e infrastrutture eccellenti 
Il porto di Trieste opera secondo le norme del porto franco. Ciò significa che è al di fuori dell'area doganale ed è una zona di libero scambio in cui le merci possono essere scaricate, immagazzinate e spedite senza pagamento di dazi doganali e con procedure doganali notevolmente ridotte. Inoltre, nella maggior parte dei paesi europei esiste un numero limitato di permessi di transito annuali forniti agli operatori turchi di trasporto e logistica. Tuttavia, lo status di porto franco offre l'accesso a un flusso di libero scambio senza limitazioni di autorizzazioni, rendendo Trieste un terminal molto interessante.

Jens Peder afferma: “Il terminal offre anche ottime soluzioni intermodali in quanto il Porto di Trieste ha una delle migliori infrastrutture in Italia quando si tratta di collegamenti ferroviari, un settore commerciale con un grande potenziale e già in crescita. Siamo quindi molto felici di vedere Emil Hausgaard che si unisce al team di Trieste per lavorare sulle connessioni intermodali tra il Mediterraneo e il nord Europa, nonché sull'ottimizzazione delle spedizioni e degli orari intermodali ".

L'ottimizzazione è disponibile in molte forme e forme diverse
Il terminal è stato recentemente visitato da Sam De Wilde, MD a Gand e capo del Terminal Excellence Project. Hanno discusso delle pratiche operative al terminal e condiviso esperienze da altri terminal. Le opzioni sono state anche valutate per un nuovo sistema di gate automatico, come quello di Gand.

Layout e servizi del terminale
“Durante la visita, abbiamo anche esaminato l'ottimizzazione della capacità per quanto riguarda il layout del terminale. Come esempio concreto, ci siamo resi conto che le nostre aree di parcheggio al terminal erano piuttosto ampie. Invece della larghezza standard di 3,5 metri su altri terminali, erano larghi quattro metri, il che significava che si poteva creare molta capacità senza espandere l'area terminale ", afferma Jens Peder.

“All'inizio di quest'anno abbiamo sostituito la vecchia illuminazione del terminale con LED, riducendo il consumo di energia e i costi di manutenzione e prolungando significativamente la durata della vita. Il passaggio al LED ridurrà il costo del consumo di elettricità di 50.000 euro all'anno e avrà un periodo di rimborso di due anni.

“Alla fine dell'anno, avremo anche installato un nuovo sistema TVCC al terminal. Con il vecchio sistema, eravamo tenuti ad avere diverse guardie che pattugliavano il terminal ogni giorno e notte, il che è molto costoso. La nuova TVCC consentirà la sorveglianza 24/7, con le guardie che osservano dalla sala di controllo e pronte a rispondere in qualsiasi momento. Questo è anche qualcosa che il governo è molto felice di vedere come gli immigrati clandestini spesso cercano di attraversare il confine.

“A settembre lanceremo le giuste strutture di ormeggio per ospitare i nostri mega traghetti merci, Troia ed Efeso. Ciò significa che tutte e tre le rampe verranno utilizzate durante le operazioni di carico e scarico. Ovviamente condivideremo questa storia quando sarà pronta. "

DFDS e partner aumentano i servizi tra Lussemburgo e Trieste

DFDS sta rafforzando la sua fruttuosa collaborazione con Mars Logistics e CFL Intermodal assumendo il contratto per aumentare i servizi ferroviari tra Bettembourg in Lussemburgo e Trieste, passando da nove a 12 viaggi andata e ritorno alla settimana entro il 4 ° trimestre 2019. Ciò consentirà una riduzione dei costi e un miglioramento della gestione, con un approccio molto orientato al cliente, in stile DFDS, con il risultato di un funzionamento regolare di questa soluzione essenziale per Marte e i nostri clienti.

Con la crescente necessità di soluzioni logistiche intermodali in tutta Europa, l'hub intermodale del Lussemburgo è un collegamento ferroviario vitale con Gand e Zeebrugge, dove i traghetti collegano il Regno Unito e la Scandinavia. Ha anche importanti collegamenti con Lione, Le Boulou e Barcellona. Trieste ovviamente si collega alla Turchia, completando l'eccellente servizio intermodale Europa - Turchia che offriamo ai clienti. La gestione del treno e l'aumento della circolazione aiuteranno anche a migliorare l'integrazione tra le unità di business del DFDS settentrionale e meridionale poiché DFDS possiede l'intero collegamento Scandinavia - Turchia.


“Questa partnership aumenterà l'attrattiva dei nostri servizi intermodali, collegando ulteriormente l'Europa via mare, strada e ferrovia. Anche per quei clienti che non possiedono unità di trasporto intermodale che verranno trasportate utilizzando le piattaforme NiKRASA noleggiate da DFDS ”, afferma Giancarlo De Marco Telese, Responsabile delle operazioni intermodali, Trieste.

È previsto lo sviluppo di più connessioni intermodali per fornire un servizio ancora migliore e aiutare i nostri clienti a raggiungere facilmente le loro destinazioni finali.

Nonostante vento contrario: crescita nella rete mediterranea di DFDS

Nell'aprile 2018, DFDS ha acquisito la compagnia di traghetti merci del Mediterraneo UN RO-RO ed è diventato un operatore principale nel mercato del trasporto merci tra la Turchia e l'Europa. Da allora, DFDS è cresciuto notevolmente in questo mercato, anche se è stato colpito da una crisi generale dell'economia e dell'industria turche.

"Poco dopo l'acquisizione, abbiamo aggiunto la Grecia al servizio, e alla fine del 2018, abbiamo stipulato un accordo con la più grande società di logistica della Turchia, Ekol. Ciò ha ampliato del 30% i nostri volumi tra i nostri terminali in Turchia ea Trieste in Italia. Ciò significa che anche se l'attuale rallentamento dell'economia turca ha inciso sui margini, godiamo di una crescita molto sana in questo mercato ", afferma Selçuk Boztepe, responsabile della BU Mediterranean di DFDS.

"Prevediamo che la crescita dei volumi continui, non ultimo perché abbiamo la flessibilità della nostra flotta per aggiungere rapidamente capacità alle nostre attività nel Mediterraneo. Nel marzo di quest'anno, abbiamo aggiunto il nuovo mega traghetto merci Ephesus Seaways alla flotta di 13 grandi traghetti merci che operiamo in questo mercato e, allo stesso tempo, abbiamo aggiunto le partenze dal nuovo terminal Yalova alla nostra rete in tempi record. “

Ephesus Seaways è il primo di una serie di sei mega traghetti che vengono costruiti in Cina, e il prossimo traghetto di questa serie sarà aggiunto anche alla rete turca di DFDS. "

Primo arrivo di Efeso Seaways a Trieste

Efeso Seaways arrivano al terminal di Trieste

Ieri, Ephesus Seaways ha completato il suo viaggio inaugurale e è arrivato con 450 rimorchi al terminal di Trieste in Italia. Ed è stata opportunamente accolta da un comitato di accoglienza con Jens Peder Nielsen, il nostro MD a Trieste, e i dirigenti di Samer & Co Shipping, il Sindaco di Trieste insieme ai rappresentanti del governo e dell'autorità portuale.


Al posto di accogliere Ephesus Seaways al suo primo arrivo a Trieste c'erano: (Da sinistra) Jens Peder Nielsen, MD di Samer Seaports & Terminals; Antonio Gurrieri, Autorità Portuale di Trieste; Pierpaolo Roberti, Governo regionale; Enrico Samer, Presidente e CEO, Samer & Co Shipping; Cap. Hasan Can Gümüş, Maestro di Ephesus Seaways; Roberto Dipiazza, sindaco di Trieste; e Lilli Samer, CFO Samer & Co Shipping.

"Tutti i team di Trieste, in particolare il team operativo, erano davvero entusiasti di accoglierla. Avere una nave così colossale che opera in un terminal richiede molta preparazione e, a Trieste, sono già in corso miglioramenti delle infrastrutture per accogliere completamente l'esclusivo sistema di rampe del traghetto ", afferma Jens Peder Nielsen.


Stivatore terminale di Trieste che scarica Ephesus Seaways

"Quando ho finalmente visto il traghetto da vicino, è pienamente all'altezza delle mie aspettative su quanto è grande, e non vedo l'ora di vedere quali benefici porterà, non solo a DFDS, ma anche ai clienti che utilizzano il suo servizio. Spero che Efeso sia davvero impegnato nel percorso in cui la sua capacità è sicuramente gradita ", afferma Jens Peder.

Grazie a Samer & Co. Spedizione per condividere le foto con noi.


Colpo spettacolare di Trieste e Efeso. Qualcuno ha bisogno di un nuovo sfondo del desktop?


Ephesus Seaways e UND Atilim a Trieste


Il miglior tipo di vista

Primo traghetto merci consegnato a DFDS

L'intero team che ha gestito la consegna del nuovo mega traghetto DFDS da Jinling in Cina. Prima fila, seconda da sinistra: il nostro Henrik Tidblad, Jesper Aagesen, Jens-Peter Baltsersen e Ole Færge.

Questo era il momento che tutti stavamo aspettando. Finalmente, dopo un lungo processo dalle trattative per la costruzione a prova di mare - il momento glorioso arrivò quando potemmo chiamare i nuovi mega traghetti. Sono di gran lunga il più grande di sempre ad entrare nella nostra flotta.

Ciò è accaduto ieri, 31 gennaio 2019 alle 20:50 ora locale, quando Henrik Tidblad, direttore della gestione della flotta, ha concluso che i documenti necessari erano stati scambiati e che il cantiere aveva ricevuto senza problemi il pagamento.

"Congratulazioni al team - Henrik Tidblad, Ole Færge, Jesper Aagesen e Jens-Peter Baltsersen - che erano in Cina per prendersi cura di lei. E grazie mille per un lavoro ben fatto. Sappiamo bene che è un momento difficile. E congratulazioni a DFDS. Ora non vediamo l'ora di schierarla nel Mediterraneo e godere dei grandi benefici di questo cambiamento nella nostra flotta ", afferma Peder Gellert, EVP e Head of the Shipping Division.

Aggiunge: "Torneremo presto con ulteriori informazioni sul suo viaggio in Turchia e il rinominazione ciò avverrà prima che entri in servizio tra la Turchia e Trieste per far fronte ai volumi in crescita lì ".

Giubileo Seaways a Trieste

Lo scorso fine settimana, Jubilee Seaways è uscita dal suo letargo per visitare Trieste in una delle piazze principali. È stato un sabato splendido e soleggiato e centinaia di persone hanno visto il nostro proprietario del Guinness World Record per la più grande nave LEGO. I media sono usciti e Jens Peder Nielsen, Managing Director del nostro nuovo terminal di Trieste, è stato intervistato da giornalisti sia della stampa che della televisione. Rico e Lily Samer, comproprietari del terminal, uscirono per vedere anche il Giubileo. Ancora una volta è stato fantastico vedere come le persone, giovani e meno giovani, hanno risposto al Giubileo - i nostri colleghi dell'evento hanno dovuto correre in ufficio per stampare più volantini informativi su di lei due volte e ne sono stati distribuiti quasi 1.200 in totale!

Il giubileo ora si dirigerà verso Istanbul per fare diverse apparizioni lì, anche a LogiTrans dal 14 al 16 novembre.


Jens Peder Nielsen mostra con orgoglio Jubilee Seaways e accoglie gli spettatori a braccia aperte.

Visita di gestione al Samer Seaports Terminal e partner a Trieste

Sul tetto dell'edificio del terminal, da sinistra: Selçuk Boztepe (SVP, capo della BU BU e presidente di Samer Seaports e Terminals), Lilli Samer (capo della Samer and Co Ship Agency), Peder Gellert, Kemal Bozkurt (VP Operations Med BU) e Doriano Mistrangelo (Amministratore delegato di Samer Seaports Terminal)

Con UN Ro-Ro, DFDS ha anche ottenuto un nuovo ed entusiasmante terminal e partnership a Trieste in Italia. Giovedì 21 giugno, Peder Gellert, Selçuk Boztepe, Kemal Bozkurt e Fuat Pamukçu hanno fatto visita alla famiglia Samer, che sono i nostri nuovi partner nel funzionamento del Samer Seaports Terminal di Trieste, che fornisce i nostri collegamenti da e per Ports a Pendik, Ambarlı e Mersin dalla Turchia, porto di Patrasso in Grecia e porto di Bari in Italia.

"La famiglia Samer ha una quota del 40% nel nostro terminal Ro-Ro di Trieste e oltre a questo agisce come nostra agenzia navale. Enrico Samer, la seconda generazione che gestisce la loro attività, è stato il console onorario per la Turchia e ha gestito i servizi di agenzia navale per i collegamenti con la Turchia dal 1987 - ancor prima che fosse costituita la Ro-Ro delle Nazioni Unite. Quindi è una famiglia molto esperta ed esperta in questo campo, e non è stato solo molto produttivo ma anche un piacere visitare il terminale e la gestione di Samer ", afferma Peder Gellert.

La visita ha incluso tutte le parti di operazioni, amministrazione e gestione, nonché l'incontro con i rappresentanti a bordo dell'ONU Karadeniz mentre erano in porto. Inoltre, Peder è stato invitato all'annuale pranzo tradizionale organizzato dal Rotary Club Trieste che - come di consueto - ha avuto luogo a bordo della nave Ro-Ro delle Nazioni Unite a Trieste con 92 partecipanti dal club, da Samer e dall'ONU Ro-Ro. È stato fondato nel 1924 ed è il secondo Rotary Club più antico d'Italia.

Capacità ha bisogno

"Tuttavia, l'obiettivo principale della visita era quello di discutere gli sviluppi futuri del terminal in cui abbiamo visto una tale crescita nei volumi che ci troviamo di fronte a una pressione sulla capacità. Questo potrebbe essere visto direttamente. È possibile risolvere le sfide di capacità in due modi: estendendo l'area o sviluppando modelli operativi che creano flussi più efficienti nel terminale. Abbiamo discusso entrambe le opzioni e ho visto le opportunità in entrambi i modi ", afferma Peder.

Ringrazio la direzione a Trieste, la famiglia Samer, il personale a terra ea bordo per la loro calorosa ospitalità e le nostre discussioni molto costruttive che hanno reso la mia visita un vero piacere e molto produttivo ", dice Peder.

 

Di seguito, trovi una selezione di foto dal terminal di Samer Seaport a Trieste

Sul ponte delle Nazioni Unite Karadeniz: Durante la sua visita a Trieste, Peder Gellert, Selçuk Boztepe e Fuat Pamukçu hanno incontrato i rappresentanti degli ufficiali e dell'equipaggio dell'ONU Karadeniz, da sinistra: Bayezid Ögutueren, (2. Ingegnere); Selcuk Boztepe, Can Gimen (1. Ingegnere), Peder Gellert, Murat Saltik (Maestro) Emre Kalkan (Chief Officer) e Fuat Pamukcu.