L'accordo mantiene in movimento il traghetto di Oslo

Il sindacato Metal Maritime e DFDS hanno concordato una soluzione negoziata per la maggior parte dei dipendenti sui due traghetti di Oslo. L'accordo garantisce che i traghetti possano continuare a operare su questa rotta, nonostante le regole di quarantena norvegesi che causano una diminuzione del numero di passeggeri. Purtroppo, 26 server saranno ridondanti.

Il Covid-19 ha avuto un grave impatto sulle rotte Copenaghen-Oslo e Frederikshavn-Oslo di DFDS. La modifica delle restrizioni all'ingresso in Danimarca e Norvegia ha causato fluttuazioni e diminuzione del numero di passeggeri. Più recentemente, un requisito di quarantena di 14 giorni per le persone che entrano in Norvegia dalla regione della capitale danese ha fatto precipitare il numero di passeggeri.

Ora DFDS e il sindacato danese Metal Maritime hanno stipulato un accordo su turni più brevi a bordo e una riduzione salariale di 17,5% su un periodo di quattro mesi per i loro membri a bordo. Questo gruppo costituisce la maggior parte dell'equipaggio delle due navi sulle rotte, Pearl Seaways e Crown Seaways.

“È un accordo molto importante per i traghetti. Ci aiuta a ridurre i costi e mantenere Pearl and Crown in funzione nei prossimi mesi difficili, assicurandoci posti di lavoro e opportunità di viaggio in Norvegia in condizioni difficili senza precedenti ", afferma Kasper Moos, Vicepresidente e capo della Business Unit Short Routes and Passenger di DFDS.

“Purtroppo alcune condizioni differiscono per i server a bordo e quindi non è stato possibile stipulare un accordo simile con il loro sindacato 3F. Siamo spiacenti di dire che questo significa che dobbiamo dire addio a 26 dei 68 server lungo il percorso ", afferma Kasper Moos.

“Anche se l'accordo significa che possiamo mantenere la rotta operativa e garantire molti posti di lavoro a bordo ea terra, dobbiamo riconoscere che ha un prezzo. Siamo molto dispiaciuti di dover salutare i 26 membri dell'equipaggio che hanno fatto grandi sforzi per garantire il servizio e il percorso in un periodo molto difficile. D'altro canto, siamo grati di essere stati in grado di trovare una soluzione con Metal Maritime, il che significa che abbiamo più tempo fino a quando si spera che la situazione possa prendere una svolta per il meglio ", afferma Kasper Moos.

A seguito della temporanea chiusura della rotta dal 15 marzo al 25 giugno, la rotta è stata riaperta con una nuova struttura velica. Ciò significava che le navi attraccavano anche a Frederikshavn in rotta tra Danimarca e Norvegia, in modo che le navi servissero anche la rotta Frederikshavn-Oslo. E con una maggiore attenzione ai passeggeri con esigenze di trasporto e ai clienti merci, la riapertura è avvenuta con un equipaggio notevolmente ridotto.

"Questa strategia ha notevolmente aiutato a mantenere la navigazione delle navi e, con l'ultimo accordo con Metal Maritime, siamo stati in grado di trovare una soluzione congiunta a una grande sfida: ne siamo orgogliosi in DFDS", afferma Anne-Christine Ahrenkiel, Chief People Officer.

9 settembre 2020