DFDS e Port of Karlshamn si impegnano per il futuro

Per-Henrik Persson, direttore di rotta per Klaipėda - Karlshamn: "Il contratto firmato tra DFDS e il porto di Karlshamn formalizza la partnership per i prossimi 10 anni".

 

A dicembre è stato firmato un importante accordo tra DFDS e il porto di Karlshamn per lo sviluppo delle nostre attività future insieme.

Le firme formalizzano una partnership per i prossimi 10 anni a Karlshamn che include un impegno reciproco per consentire un continuo sviluppo e crescita dei servizi di traghetto DFDS nel porto. Il porto di Karlshamn lancerà ora investimenti per accogliere navi più grandi e crescita del volume.

“Siamo ovviamente molto lieti di avere questo contratto. Lo vediamo come una conferma di una buona collaborazione e che Port of Karlshamn è visto come un nodo logistico strategico per DFDS A / S e lo sviluppo della sua rete nel Baltico ", afferma Mats Olsson, CEO di Port of Karlshamn.

“Ora lanceremo investimenti per un totale di 150 milioni di corone svedesi - circa 14 milioni di euro - che è il più grande in molti anni. Il programma di espansione include, ad esempio, un terzo posto barca, l'ampliamento di un altro, il dragaggio, l'espansione delle aree di parcheggio e delle aree di accodamento per i veicoli accompagnati e non accompagnati. Avremo alcuni cofinanziamenti dall'UE, il che segnala che il porto di Karlshamn e la rotta DFDS Karlshamn - Klaipėda sono considerati un collegamento importante per gli scambi commerciali tra la Svezia e i paesi limitrofi sul Baltico orientale. "

Per-Henrik Persson, direttore di rotta per Klaipėda - Karlshamn, afferma: “L'ampio programma di nuova costruzione della DFDS comprende due navi ro-pax destinate alle rotte del Mar Baltico, un investimento complessivo di circa 1,75 miliardi di DKK. Con una lunghezza di 230 metri, una capacità di carico di 4.500 metri di corsia e una capacità di trasportare 600 passeggeri, queste navi saranno un'aggiunta molto gradita nel Mar Baltico.

“Lo sforzo e gli investimenti del porto di Karlshamn sono molto positivi. Garantirà la nostra possibilità per lo sviluppo continuo di una rotta di importanza strategica per il commercio e DFDS. Abbiamo un'ottima collaborazione con il porto e non vediamo l'ora di sviluppare la nostra attività comune per molto tempo a venire. ”

 

Fonte: Shippax.com

Brexit il 31 gennaio, ma nessuna modifica alle negoziazioni fino alla fine del 2020

L'accordo di recesso del Regno Unito è ora pronto per essere ratificato dal parlamento britannico. Tuttavia, non ci saranno cambiamenti agli accordi commerciali fino alla fine del 2020, poiché il tempo fino ad allora è un periodo di transizione durante il quale l'UE e il Regno Unito negozieranno un accordo commerciale.

 

Dopo mesi di incertezza e diverse scadenze relative alla Brexit, l'accordo di recesso del Regno Unito è ora destinato a essere ratificato dal parlamento britannico. Ciò significa che il Regno Unito lascerà l'UE il 31 gennaio 2020.

Tuttavia, non ci saranno cambiamenti agli accordi commerciali fino alla fine del 2020, poiché il tempo fino ad allora è un periodo di transizione durante il quale l'UE e il Regno Unito negozieranno un accordo commerciale.

Le fasi finali della ratifica dell'accordo avranno luogo dopo Natale, con la camera bassa del Parlamento che avrà tempo fino al 9 gennaio per approvare la legislazione, concedendole poco più di tre settimane per poi passare attraverso la camera alta e ricevere il Royal Assent.

Le trattative su un accordo commerciale saranno molto importanti per DFDS, i nostri clienti e partner. Pertanto, seguiremo da vicino i negoziati e le nostre associazioni di categoria cercheranno naturalmente di garantire che i negoziatori ascoltino e prestino attenzione ai punti di vista del settore.

Continuiamo a prepararci

La nuova situazione non cambierà la nostra necessità di continuare a prepararci per la Brexit.

Il parlamento del Regno Unito deciderà che il periodo di transizione terminerà il 31 dicembre 2020, indipendentemente dal fatto che ci sia un accordo commerciale in quel momento, anche se alcuni commentatori vedono questo come "scuotere di sciabola" da Boris Johnson e non necessariamente sul serio. Ciò significa che il rischio di una situazione Brexit senza accordi si è spostato alla fine dell'anno e che ora abbiamo un anno per finalizzare i nostri preparativi per gestirlo.

Speriamo e crediamo che ci sarà un nuovo accordo commerciale. Tuttavia, DFDS non si basa sulla speranza e sulla convinzione e continueremo il fantastico lavoro svolto nel team Brexit e localmente per prepararci alla Brexit. Continueremo inoltre a supportare i nostri clienti nelle loro preparazioni.

Grazie a tutti per averci portato così lontano. So di poter fare affidamento su di te per portare ulteriormente DFDS, quindi siamo pronti a continuare a servire i nostri clienti e far crescere il nostro commercio tra Regno Unito e UE dopo il 31 dicembre, quando avremo una nuova situazione.

Torben Carlsen, CEO

Saluti della stagione dal nostro team di gestione esecutivo

L'Executive Management Team augura a tutti buon Natale e felice anno nuovo & #8211; goditi il video!

Visualizzati newbuildings baltici

Attualmente stiamo costruendo due traghetti combinati per trasporto merci e passeggeri presso il Guangzhou Shipyard International. Saranno schierati nella prima e nella seconda metà del 2021 per sostenere la crescita nella regione baltica. Nuove immagini visualizzano le navi.

Circa 10.000 tonnellate di acciaio sono già state tagliate per la nostra prima nuova costruzione combinata di merci e passeggeri e ora vengono saldate insieme. Tuttavia, se non vedi l'ora di vedere che aspetto avrà, l'aiuto è vicino.

Christian Simon Nielsen, Project Manager, ha gentilmente condiviso alcuni fantastici rendering 3D del design, che puoi goderti qui.

Con la loro capacità di 4.500 metri di corsia di merci e 600 passeggeri, i nuovi edifici sono progettati per adattarsi alla crescita futura. Con i due alti tubi di scappamento e il grande frontale costituito da cabine passeggeri e aree pubbliche ampie e confortevoli, i traghetti da 230 metri saranno rapidamente una parte ben nota e popolare del viaggio dei nostri passeggeri quando attraversano il Mar Baltico.

Christian afferma: “I nostri colleghi del team del sito in Cina hanno lavorato duramente durante l'avvio della costruzione e ora andranno in una meritata vacanza di Natale. All'inizio del nuovo anno, torneranno per celebrare la pietra miliare più importante all'inizio della fase di costruzione, la cerimonia di posa della chiglia che avrà luogo a gennaio. ”

DFDS acquisisce Freeco Logistics in Finlandia e Freeco Oü in Estonia

Cari tutti,

Sono estremamente lieto di informarvi su una promettente espansione della nostra rete logistica. Oggi abbiamo firmato i contratti che hanno reso la società finlandese Freeco Logistics e Freeco Oü in Estonia la parte più recente di DFDS.

Freeco Logistics ha sede a Turku nella Finlandia sud-occidentale e ha uffici aggiuntivi a Vantaa e Tallinn in Estonia, impiega 31 dipendenti e gestisce 150 rimorchi e 8 camion.

Freeco Logistics è una società in rapida crescita e una delle società di trasporto merci su strada più redditizie in Finlandia

Insieme alle competenze e conoscenze combinate dei colleghi di entrambe le società, otterremo massa critica in un mercato in cui in precedenza abbiamo operato solo con sei persone di DFDS Finlandia. Insieme, saremo in grado di espandere e rafforzare le attuali attività di Freeco e DFDS tra Finlandia, Estonia e Nordico, Europa continentale, Paesi Baltici e Regno Unito e Irlanda. Otterremo anche più prodotti sulla tavolozza poiché i nostri servizi includeranno rimorchi, container, carichi completi, carichi parziali, carichi speciali, carichi di progetto e logistica dei contratti.

In futuro, DFDS Logistics avrà quindi uffici a Turku, Kotka e Vantaa in Finlandia e a Tallinn in Estonia.

Quindi ora tocca a tutti noi supportare questo nuovo team ampliato per ottenere il massimo da questa fantastica situazione.

Per fare ciò, inizieremo ora l'integrazione delle due operazioni nel noto DFDS Way, in questo caso con 11 flussi di lavoro. I flussi di lavoro saranno composti da persone di Freeco Logistics e DFDS e Timo Ruusunen, Henri Hoikkala e Kimmo Salmi guideranno il lavoro. Il lavoro di integrazione sarà trascurato da un comitato direttivo composto da me e Valdemar e ci sarà un'assistenza competente da Morten Rødgaard-Hansen di Strategy & Consulting e Marianne Peltola da Freeco Finance.

Unisciti a me nel dare un caloroso benvenuto a DFDS ai nostri nuovi colleghi di Freeco Logistics. Abbiamo grandi aspettative e, con il nostro progetto Staying Ahead e la nostra strategia Win23, sono fiducioso di poter aumentare i nostri ricavi finlandesi combinati da 35 a 50 milioni di euro nel 2023 - e in questo processo conquistare molti clienti nuovi e soddisfatti e creare nuovi posti di lavoro .

Ti informeremo presto in merito al lavoro di integrazione in modo più dettagliato e ti terremo regolarmente aggiornato sul processo tramite Bridge e www.dfds-news.com

Congratulazioni a tutti in Logistica e DFDS e grazie a quelli di voi che hanno contribuito a questo.

Niklas Andersson, EVP e capo della divisione logistica di DFDS.

 


Niklas Andersson è vicepresidente esecutivo di DFDS, capo della divisione logistica di DFDS e membro del team di gestione esecutivo di DFDS di sei persone. È stato promosso EVP il 1 ° settembre di quest'anno dalla sua precedente posizione di BU Nordic and Continent di Head of Logistics. Niklas è di Göteborg in Svezia e si è trasferito alla DFDS House di Copenaghen, dove ora ha il suo ufficio.


Valdemar Warburg è vicepresidente e capo della BU Nordic. Valdemar è entrato a far parte di DFDS nel 2017 come responsabile dell'ufficio di trasformazione e nel 2019 è stato nominato capo della BU Nordic. La nuova organizzazione finlandese fa parte della BU Nordic e Timo Ruusunen riferirà a Valdemar Warburg.


Timo Ruusunen, che è comproprietario di Freeco Logistics, sarà il nuovo MD di DFDS per le nostre attività finlandesi. Riferirà a Valdemar Warburg, vicepresidente e capo della BU Nordic, divisione logistica.


Henri Hoikkala, che è l'altro comproprietario di Freeco Logistics, sarà il nuovo direttore operativo in Finlandia ed Estonia.


Kimmo Salmi, attuale MD di DFDS a Kotka, sarà il nostro nuovo direttore della logistica nella nuova e molto più grande organizzazione finlandese.

BU Med ora in atto nel sud della Francia

Marsiglia e Sète insieme a Ayberk Eskin (Route Director France) e al suo team di vendita questa settimana a una cena di Natale

Attualmente stiamo operando due rotte nel sud della Francia: Marsiglia e #8211; Tunisi dall'ufficio di Marsiglia e Istanbul - Sète dall'ufficio di Sète che abbiamo iniziato a istituire non appena il percorso è iniziato a luglio.

“Questa agenzia è stata creata da zero a luglio 2019 e in un periodo di tempo limitato, hanno gestito due chiamate settimanali da luglio a ottobre. Tuttavia, a causa della domanda, abbiamo aggiunto rapidamente una terza chiamata. La rotta viene ora gestita con quattro navi e offre tre corse a settimana in giorni fissi. L'ufficio di Sète è iniziato come tre colleghi con il supporto e l'assistenza della nostra agenzia a Istanbul e, a questo proposito, vorrei ringraziarli per il loro grande aiuto ”, afferma Jimmy Marolle, France Agency Manager. “A Sète ora ci sono otto persone e quattro sono della nostra precedente agenzia a Tolone.

Nuove responsabilità per Saïd Sid
“Siamo molto lieti che Saïd Sid, che era direttore delle operazioni a Marsiglia, abbia deciso di trasferirsi a Sète come responsabile del porto e delle operazioni. Saïd rimarrà responsabile di entrambe le operazioni in ciascuna sede e continuerà a riferire a Jimmy.

Ciò garantirà una collaborazione favorevole tra le agenzie che trarranno beneficio dall'esperienza di Saïd ", afferma Lars Hoffmann, Vice Presidente e Capo della BU Mediterranean.

“Inoltre, il porto di Sète offre strutture intermodali, che né il porto di Tolone né Marsiglia offrono, il che porterà sicuramente a un nuovo sviluppo commerciale per DFDS. La rotta Marsiglia - Tunisi continua invariata con tre chiamate a settimana.

“In Francia, abbiamo avuto una collaborazione molto più stretta con Istanbul, che sicuramente andrà a beneficio della nostra attività. Siamo stati assistiti con la manodopera ogni volta che ne avevamo bisogno, quindi non vediamo l'ora di sviluppare questa rotta, poiché ora stiamo lavorando come una sola unità. "

Organigramma delle agenzie a Marsiglia e Sète:

CIO Gert Møller si ritira

Gert Møller si ritira dal ruolo di CIO in DFDS, e questa occasione sarà contrassegnata con un ricevimento il 19 dicembre dalle 15:00 alle 17:00 a DFDS House.

Nel nuovo anno, Gert Møller, CIO di DFDS, sarà molto più difficile da ottenere poiché viaggerà in Nuova Zelanda per due mesi con sua moglie Nina. Tuttavia, la sua assenza sarà effettivamente di natura più permanente, poiché si ritirerà dal suo ruolo di CIO alla DFDS alla fine del 2019, proprio come ha annunciato a marzo.

Siamo certi che un gran numero di partner, amici e colleghi coglieranno l'occasione per salutare Gert alla sua accoglienza d'addio giovedì 19 dicembre, il suo ultimo giorno con la compagnia. Tuttavia, potremmo aspettarci di vedere Gert di tanto in tanto in quanto non si accontenterà di fare solo fai-da-te in casa o altre attività legate alla pensione. "Farò un lavoro di consulenza, anche per DFDS, e ho già una serie di richieste. Sono stato nel ruolo del CIO per 17 anni e, a mio avviso, questo è troppo lungo, anche perché richiede una disponibilità 24 ore su 24. Pertanto, non vedo l'ora di avere un ruolo più "indipendente" in cui posso pianificare la mia giornata in modo più flessibile ", afferma Gert.

È richiesta la disponibilità 24 ore su 24 perché nessuna funzione è critica per il business quanto i nostri sistemi IT. Gert è responsabile di questi sistemi dal 2002, quando è arrivato a DFDS, o meglio quando è tornato a DFDS. Ma prima le cose.

Gert è cresciuto nella città di Aabenraa nello Jutland e si è laureato in ingegneria all'Università di Aalborg. Non c'erano dubbi sul fatto che avrebbe scelto questa strada dato che era un secchione tecnico quando era un adolescente nella misura in cui i suoi esperimenti nel suo laboratorio di casa avevano persino causato un'esplosione abbastanza grande da consentire alla polizia di interessarsi alla questione.

Tuttavia, Gert non ha funzionato a lungo con sostanze chimiche. Invece si è interessato all'IT, una scienza nuova ed emergente. Quindi dopo tre anni con la compagnia medica Novo, è stato impiegato come Responsabile dello sviluppo presso Transnordic nello Jutland nel 1986.

In Transnordic ha sviluppato il sistema logistico Cargolink per DFDS Transport nel 1988. È andato così bene che DFDS ha continuato a essere il suo più grande cliente fino al 1993, quando la direzione logistica di DFDS, Ole Frie e Ole Sehested, lo ha assunto come project manager IT. Ora lavorava per un'azienda che passava da 700 dipendenti a 9.000 in soli cinque anni perché il management continuava ad acquisire aziende. Ciò includeva l'enorme acquisizione della società Dan Transport, che costituiva una parte importante della divisione logistica di DFDS DFDS Transport.

Nel 2000, DSV ha rilevato anche DFDS Transport e Gert Møller. Dopo un anno come CIO presso DSV, è stato cacciato per il lavoro di CIO a Berendsen, un fornitore di servizi di manutenzione tessile, ecc. Rimase in contatto con DFDS, tuttavia, e quando Berendsen cambiò proprietario e le attività IT furono ridotte, Gert è stato chiesto di tornare a DFDS per unire i dipartimenti IT di passeggeri e merci in un reparto IT di gruppo con se stesso come CIO.

"Ero abituato alle aziende che stavano crescendo e acquisendo continuamente, quindi avevamo le strutture e i processi in atto quando abbiamo rilevato Norfolkline nel 2010", afferma Gert.

Nell'IT, molto è rimasto lo stesso. Tuttavia, lo sviluppo digitale che è arrivato a DFDS con Sophie-Kim Chapman è stato un'educazione. La sua visione rigorosa delle cose rispecchia quella dei clienti e mi ha insegnato molto ", afferma Gert.

Grazie da Torben
“Sono estremamente lieto di aver avuto Gert con noi durante i periodi in cui il reparto IT si è sviluppato rapidamente, sia in termini di complessità che in termini di numero di attività. Compiti come lo sviluppo di Phoenix, Velocity, Seabook e innumerevoli altri sistemi core complessi insieme a nuovi strumenti digitali.

“Siamo stati fortunati ad avere un manager così abile, esperto e profondamente impegnato come Gert al timone per garantire che l'IT sia rimasto uno degli strumenti più importanti per spingere l'azienda in futuro. Inoltre, l'entusiasmo di Gert per DFDS e lo staff ha ispirato tutti noi ”, afferma Torben Carlsen.

“Ringrazio vivamente Gert per il suo impareggiabile contributo a DFDS e gli auguro un grande momento come consulente più indipendente. Spero anche che potrà godere di più tempo in barca a vela e con i suoi numerosi altri interessi. ”

Philippe Witsiers a capo del DFDS Special Cargo

Philippe Witsiers

A partire dal 1 ° gennaio 2020, Martin Bos si dimetterà dalla carica di Amministratore delegato del carico speciale di DFDS Logistics. Martin era il fondatore e proprietario di Alphatrans, che è stato acquisito da DFDS nel gennaio 2018 e Alphatrans ha continuato a operare come DFDS Logistics Special Cargo.

Michael Bech, vicepresidente e responsabile della BU Logistics, afferma: “Martin Bos ha fatto molto di più di un lavoro eccezionale nella costruzione del business. Un grande ringraziamento a Martin per 24 anni di buona leadership e formazione del business. "

"Sono molto felice di annunciare che il nostro nuovo amministratore delegato di DFDS Logistics Special Cargo sarà Philippe Witsiers, che si unirà a DFDS il 1 ° febbraio 2020. Philippe sarà responsabile delle attività di Special Cargo, non solo a Vlaardingen ma anche sul nostro satellite uffici.”

Philippe è laureato in architettura e economia aziendale con una laurea in logistica dei trasporti e della distribuzione. Dopo sette anni di lavoro come consulente per la catena di approvvigionamento internazionale e responsabile della catena di approvvigionamento ad interim, è diventato direttore dello sviluppo aziendale presso Kloosterboer, un fornitore internazionale di servizi logistici nel settore dei prodotti alimentari a temperatura controllata.

Philippe (40) vive con sua moglie e sua figlia a Ouderkerk aan de Amstel, nei Paesi Bassi, e stanno aspettando un bambino entro la fine di dicembre.
Philippe riferirà direttamente a Michael Bech, vicepresidente e capo del continente BU.

"Per favore, unisciti a me per congratularmi con Philippe per il suo nuovo lavoro e dargli il benvenuto in DFDS", afferma Michael.

DFDS acquisisce l'operatore olandese a carico parziale Huisman

La transazione fornisce la massa critica di DFDS nella sua attività di trasporto a carico parziale tra il continente europeo e il Regno Unito. Sarà gestito dall'attuale quartier generale di Huisman a Wijchen nei Paesi Bassi. DFDS intende far crescere il business ed espandere i servizi verso nuovi mercati.

Cari tutti,

Sono estremamente lieto di informarvi che oggi abbiamo firmato un accordo per l'acquisizione della società di logistica olandese Huisman Group.

Huisman è un operatore logistico a carico parziale e focalizzato sul trasporto merci critico in termini di tempo tra l'Europa continentale e il Regno Unito / Irlanda. Ha sede a Wijchen nei Paesi Bassi e le operazioni comprendono magazzini e strutture di attracco incrociato a Wijchen e Corby nel Regno Unito, nonché una flotta di circa 55 rimorchi e 50 camion. La società ha 104 dipendenti e un fatturato annuo di 23 milioni di euro.

È una società molto ben gestita, nota per il suo fantastico servizio clienti e livelli di affidabilità molto elevati. È anche un'ottima aggiunta a DFDS, dove ci siamo concentrati maggiormente sul trasporto a pieno carico e meno sul carico parziale. Con Huisman, svilupperemo considerevolmente la nostra attività a carico parziale e raggiungeremo la massa critica di cui abbiamo bisogno per renderla solida e redditizia per DFDS.

Accolgo con grande favore i nostri nuovi colleghi da Huisman a DFDS. Insieme, saremo in grado di costruire un business a carico parziale ancora più forte per il futuro.

Gestito da Wijchen
Le attuali attività olandesi a carico parziale di DFDS saranno integrate nell'attività di Huisman, in quanto la loro attività è di gran lunga la più ampia. La nuova attività integrata a carico parziale sarà gestita da John Scholten, attuale direttore generale del gruppo Huisman. In futuro sarà a capo della nuova attività a carico parziale di DFDS nei Paesi Bassi e riferirà a Michael Bech, vicepresidente e capo del BU Continent.

L'integrazione delle attività a carico parziale in Huisman garantirà che i numerosi clienti di Huisman non subiscano modifiche non necessarie ai servizi che conoscono e apprezzano e che ai clienti di DFDS verrà offerta una gamma di servizi ancora più ampia.

Investimento nella crescita
Con questo, abbiamo creato una nuova area di crescita a carico parziale in DFDS, ed è il nostro piano continuare a investire nella crescita della sua organizzazione, competenze, strutture e attrezzature per espandere i servizi nei Paesi Bassi e nel Regno Unito, nonché da e verso altri paesi.

Questo investimento andrà a beneficio della crescita di DFDS e di Huisman, che alla fine verrà ribattezzata DFDS. Sarà un ulteriore strumento per adattare il business alla Brexit e consentirci di soddisfare le ambizioni di crescita della strategia Win23 di DFDS in modo da poter continuare a sviluppare opportunità per tutti in DFDS e Huisman, i nostri clienti e coloro che ci circondano.

Vorrei già ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a renderlo possibile, non da ultimo quelli di voi di Huisman e DFDS che hanno creato le basi per esso attraverso la manutenzione quotidiana dei clienti.

Di seguito una breve descrizione di Huisman e DFDS e alcune persone chiave.

Niklas Andersson, EVP e Head of DFDS Logistics

 

Gruppo Huisman
Nel 1970, Frans Huisman iniziò con successo un servizio di corriere tra Venray e Nimega. Oggi, il gruppo Huisman è specializzato in soluzioni logistiche per il Regno Unito e l'Irlanda e fornisce servizi come trasporto e spedizioni, logistica dei contratti e soluzioni per la catena di fornitura a clienti internazionali che cercano un livello di servizio superiore alla media. Huisman ha raggiunto un record eccezionale in termini di logistica dei contratti e trasporto di merci di alto valore, critiche nel tempo o fragili. La società ha sede a Wijchen e gestisce magazzini e centri di cross docking a Wijchen e Corby nel Regno Unito. Impiega 104 persone e gestisce i propri camion e rimorchi. 

DFDS
La divisione logistica di DFDS fa parte del gruppo DFDS di oltre 150 anni di traghetti e logistica che gestisce una rete di traghetti e logistica in tutta Europa. DFDS ha un fatturato annuo di oltre 2 miliardi di euro e dà lavoro a oltre 8.000 persone. Le attività logistiche comprendono il trasporto di carichi completi e parziali, il trasporto a secco ea temperatura controllata, la logistica dei contratti, i magazzini, il cross docking e altri servizi della catena di approvvigionamento in tutta Europa. DFDS ha sede a Copenaghen ed è quotata in borsa. Torben Carlsen è Presidente e CEO. Vedi di più qui https://www.dfds.com/en e https://www.dfds.com/en/about

Niklas Andersson

Niklas Andersson (46) è vicepresidente esecutivo di DFDS, capo della divisione logistica di DFDS e membro del team esecutivo di DFDS di sei persone. È stato promosso EVP il 1 ° settembre di quest'anno dalla sua precedente posizione di Head della logistica 'BU Nordic and Continent. Niklas è di Göteborg in Svezia e si è trasferito alla DFDS House di Copenaghen, dove ora ha il suo ufficio.

Michael Bech

Michael Bech (47) è vicepresidente del continente BU della divisione logistica. È anche MD delle attività di rimorchio e container di Vlaardingen e della nostra attività speciale Cargo e responsabile degli uffici di Gand (Luc Geysen), Amburgo (Sven Ohlsen) e Praga (Karel Batka). In futuro, Wijchen (John Scholten) riferirà anche a Michael. Michael riferisce a Niklas Andersson

John Scholten

John Scholten (54) è proprietario e amministratore delegato del gruppo Huisman, a cui è entrato a far parte nel 1991. In futuro, sarà direttore delle attività a carico parziale di DFDS che svilupperà sulla base di Huisman e in collaborazione con Michael Bech (a cui riferisce) per le attività continentali, con Allan Bell per le attività nel Regno Unito e in Irlanda e con Valdemar Warburg per le attività nordiche e baltiche. L'attenzione di John è sui suoi clienti. Gli piace che il concetto offerto assicuri che un cliente diventi più competitivo nel proprio mercato. Continuerà a lavorare a Wijchen. Vive vicino a Nimega con sua moglie e due figli.

L'albero di Natale di Trafalgar Square arriva a Immingham

Il Natale si avvicina sempre di più! Tuttavia, in DFDS siamo in grado di scoprire il nostro vero spirito vacanziero solo quando l'iconico albero di Natale norvegese illumina Trafalgar Square a Londra.

Dal 1947, è stata una grande tradizione per il popolo norvegese inviare un enorme albero come regalo annuale a Londra, in riconoscimento del sostegno della Gran Bretagna alla Norvegia durante la seconda guerra mondiale.

Inoltre, è diventata una tradizione DFDS gestire il trasporto dell'albero ogni anno e, sabato scorso, l'albero di quest'anno è arrivato a Immingham pronto per il suo viaggio a Londra.

I nostri colleghi di Immingham hanno condiviso un ottimo video che mostra gli stevedores che sollevano l'albero in modo sicuro su un camion.

Giovedì 5 dicembre, l'albero alto 25 metri illuminerà ancora una volta Trafalgar Square con centinaia di luci, contribuendo a creare un ambiente festivo circondato da canti natalizi e musica.

In precedenza abbiamo condiviso l'intero viaggio dalla scelta dell'albero in una foresta norvegese a quando le luci sono accese al grande evento di Londra. Guarda o rivedi il video dell'anno scorso.

Personale addetto al check-in presso l'ufficio di Karlshamn Wear Waste

Il personale del check-in di Karlshamn nelle loro nuove divise

Ogni anno, enormi quantità di plastica finiscono nel mare. E poiché le materie plastiche tradizionali non si decompongono e il processo di decomposizione delle materie plastiche biodegradabili richiede molto tempo, gli oceani del mondo si stanno sempre più trasformando in discariche. Ciò sta avendo effetti devastanti a lungo termine sulla vita marina.

L'ufficio di Karlshamn ha recentemente acquistato nuove divise per il personale del check-in, in parte fatto di rifiuti di plastica dal mare!

Simon Johansson, coordinatore delle vendite, afferma: “Mentre lavoriamo sul mare e vicino al mare, è molto importante per noi contribuire a ridurre i rifiuti e aiutare a ripulire i mari nel miglior modo possibile. Il 53% del tessuto nelle nostre nuove divise è realizzato in plastica riciclata dal mare. "

Secondo il produttore delle uniformi, solo il 5% della plastica negli oceani viene lavato sulle spiagge, mentre il resto rimane nel mare. Se questa tendenza non viene interrotta, entro il 2050 ci sarà più plastica dei pesci negli oceani.

Sembra buono, Karlshamn!

 

Hollandia prende il nome a Göteborg

"Ti chiamo Hollandia Seaways". È stato un momento glorioso, in cima a un evento fantastico, quando la madrina Ragna Alm, moglie di Roger Alm, presidente di Volvo Trucks, ha nominato ufficialmente la nostra più recente aggiunta alla flotta, Hollandia Seaways.

Poco prima dell'uscita della tradizionale bottiglia, Peder Gellert, EVP e Head of Ferry Division e Morgan Olausson, VP e Head of BU North Sea North, avevano tenuto discorsi per accogliere ospiti venuti a celebrare Hollandia e ringraziare Ragna per aver reso questa cerimonia di nomina un momento molto orgoglioso della storia di DFDS.

E come ha osservato Peder Gellert nel suo discorso, la denominazione non significa solo la conclusione di anni di lavori di progettazione e costruzione, ma indica anche un nuovo inizio in cui Hollandia può creare valore e crescita per DFDS, i nostri clienti e nei dintorni di Göteborg e Gand .

Al successivo pranzo tradizionale, che con la gentile assistenza di Volvo ebbe luogo nel vicino Museo Volvo, Ragna Alm consegnò la moneta, che fu posta nella chiglia del nuovo edificio quando iniziò la costruzione, ai Capitani Robin Gustafsson e Bjarne Sunesen per portare fortuna a tutti coloro che saliranno sul traghetto in futuro. Dopo il pranzo gli ospiti sono stati invitati a fare un giro intorno al mega traghetto merci e, come puoi vedere dalle foto, c'era spazio per tutti.

DFDS è il miglior operatore di traghetti al mondo

Colin Fawcus (National Sales Manager UK e Netherlands) e Angela Merkus (Senior Account Manager, Germania) hanno ritirato il premio. Non conosciamo i nomi delle due donne a sinistra e a destra

DFDS ha ottenuto il titolo di "Leader mondiale dei traghetti" per il nono anno consecutivo ai World Travel Awards di ieri sera.

I premi, noti come Oscar del settore dei viaggi, sono stati consegnati durante una cerimonia di gala alla Royal Opera House Muscat in Oman. I vincitori vengono selezionati attraverso un sondaggio online che coinvolge membri del pubblico e migliaia di professionisti dei viaggi e del turismo.

Pete Akerman, Direttore marketing passeggeri, afferma: "È un onore essere riconosciuto come il principale operatore di traghetti al mondo per il nono anno, dimostrando la qualità costante dei servizi che offriamo ai passeggeri di tutto il mondo".

"Siamo orgogliosi del nostro record di offrire un'esperienza eccellente ai clienti attraverso la nostra rete di rotte, sia che i passeggeri siano alla ricerca di un inizio rilassante per le loro vacanze, di un fine settimana divertente o di un modo comodo ed economico per arrivare a destinazione."

Grandi congratulazioni a tutti i nostri colleghi BU Brevi e passeggeri!

Guarda questo video che celebra la vittoria.

 

DFDS stipula accordi di charter spaziale con CLdN su Gothenburg-Zeebrugge

Peder Gellert Pedersen

Nel giugno 2019, DFDS ha aperto una rotta di traghetto merci tra Goteborg, in Svezia, e Zeebrugge, in Belgio, che attualmente impiega tre traghetti merci che offrono cinque partenze settimanali in ciascuna direzione.

Tuttavia, al fine di ottimizzare l'utilizzo della capacità e ridurre l'impatto ambientale, DFDS ha stipulato due accordi di noleggio spaziale reciproco con CLdN che gestisce anche una rotta di traghetto merci tra Goteborg e Zeebrugge.

Gli accordi sulla carta spaziale prevedono che la capacità sia condivisa tra gli operatori di rotta mentre tutte le attività commerciali rimangono interamente sotto il controllo di ciascun operatore.

“Siamo molto lieti di annunciare i nostri nuovi accordi sulla carta spaziale. La flessibilità degli accordi implica che riduciamo l'impronta ambientale offrendo al contempo un totale di dieci partenze settimanali in ciascuna direzione sulle nostre due rotte tra Svezia e Belgio per sostenere il commercio e la crescita dei nostri clienti ", afferma Peder Gellert Pedersen, Vicepresidente esecutivo , Gruppo DFDS e capo della divisione traghetti.

Gli accordi sulla carta spaziale dovrebbero iniziare il 1 ° gennaio 2020. Quando gli accordi saranno pienamente attuati, DFDS e CLdN dovrebbero implementare ciascuno un traghetto merci sulle rispettive rotte tra Goteborg e Zeebrugge. Inoltre, DFDS opera una rotta tra Goteborg e Gand in Belgio.

DFDS prevede nel secondo trimestre 2020 di sostituire i tre traghetti merci attualmente impiegati su Goteborg-Zeebrugge con un mega traghetto di nuova costruzione che può trasportare 6.700 metri di corsia di merci per partenza. I traghetti che vengono sostituiti dovrebbero essere implementati altrove nella rete europea di rotte di DFDS.

DFDS è stato premiato con il premio SCF Forum Europe

Anne Rømer, VP & CFO Logistics

Supply chain finance (SCF) - alcuni di voi potrebbero chiedersi cosa significhi e cosa sia. Tuttavia, molti dei nostri gestori di trasporti in logistica, come Robert Thompson e Anneli Hellgren, ne parlano quotidianamente. Infatti, oggi, 28 novembre, ci è stato riconosciuto il premio Altamente raccomandato nella categoria Miglior programma SCF in Trasporti e logistica al Forum SCF Europa di Amsterdam. "

Il finanziamento della catena di approvvigionamento offre una serie di soluzioni di finanziamento flessibili per acquirenti e fornitori e offre ai nostri trasportatori l'opportunità di ricevere i pagamenti più rapidamente. Nell'estate 2018, DFDS Logistics ha stretto una partnership con PrimeRevenue e ha lanciato un'iniziativa di finanziamento della catena di approvvigionamento. Quest'anno, l'iniziativa è riconosciuta come la migliore della categoria quando si tratta di un uso innovativo del finanziamento della catena di approvvigionamento da tutto il mondo.

Non ci sono molti premi in Finanza, quindi è abbastanza comprensibile che Anne Rømer, VP & CFO Logistics, abbia accettato il premio con un grande sorriso in una cerimonia speciale. Anche Anne è stata scelta per tenere un discorso programmatico all'evento SCF.

Anne afferma: “DFDS è onorato di essere riconosciuto per il nostro uso innovativo del finanziamento della catena di approvvigionamento e siamo molto grati ai nostri contatti presso PrimeRevenue che ci hanno aiutato a realizzare questa soluzione vantaggiosa per tutti. Grazie alla nostra proficua collaborazione con PrimeRevenue, siamo in grado di offrire ai trasportatori un pagamento anticipato sostenibile a un tasso interessante - che sta costruendo la nostra pipeline e sostenendo i nostri sforzi per garantire la capacità di supportare la nostra strategia di crescita. Inoltre, un grande ringraziamento ai nostri responsabili degli acquisti di merci in tutte le attività, ai nostri colleghi di DFDS Polska e al team di Visma per lo straordinario impegno nel coinvolgere i nostri trasportatori e farli decollare. È davvero uno sforzo di squadra di cui possiamo essere tutti orgogliosi. ”

MASH inizia a produrre olio

Jakob Steffensen, Head of Innovation & Partnerships, e il suo team hanno notizie su MASH Energy. Il biocarburante che l'azienda produce da sottoprodotti dell'agricoltura deve essere testato da Alfa Laval.

 

Non molto tempo fa abbiamo condiviso la buona notizia che DFDS aveva acquistato una partecipazione nella start-up MASH Energy, che produce biocarburanti dai rifiuti agricoli.

Da allora le cose si sono sviluppate e il lavoro è ben avviato. L'olio viene ora prodotto con un reattore in India costruito da MASH. Stiamo lavorando alla prossima sfida, ridimensionando, al fine di produrre abbastanza olio da renderlo fattibile per i motori delle navi.

Ascoltiamo i nostri marittimi

Stiamo anche dialogando con i nostri marittimi sulle loro preoccupazioni e su come utilizzare il carburante su Pearl Seaways, dove lo testeremo in funzione.

Le preoccupazioni includono: se la bassa viscosità del biocarburante rende difficile il passaggio dal carburante a basso contenuto di zolfo che usiamo oggi e se il biocarburante avrà effetti negativi a lungo termine sull'attrezzatura del macchinario.

"Siamo molto grati per il supporto che riceviamo dai nostri colleghi in mare e faremo del nostro meglio per fornire risposte valide e pertinenti alle loro domande", afferma Jakob Steffensen, responsabile per l'innovazione e le partnership.

Alfa Laval per testare i primi lotti di biocarburanti

Al fine di ridurre al minimo il rischio operativo legato all'implementazione della nuova generazione di biocarburanti, abbiamo contattato Alfa Laval, che senza esitazione ha accettato di aiutarci testando il biocarburante presso il loro centro di prova di Aalborg.

"Abbiamo interessi comuni nell'assicurare che la nuova generazione di carburanti neutri in termini di CO2 sia disponibile per l'industria il più rapidamente possibile. Lavoriamo molto con i marittimi ed è un piacere assistere facendo i test iniziali qui presso il nostro centro test. ”Dice Lars Bo Andersen, Capo Dipartimento Alfa Laval.

Solo quando i test a terra saranno stati completati in modo soddisfacente, passeremo ai test a bordo, in cui l'obiettivo sarà valutare l'effetto a lungo termine del biocarburante MASH.


Patricia Ayoub, Project & Portfolio Manager, è la guida del dipartimento per questo progetto. "È fondamentale sfruttare tutta l'esperienza e le competenze che abbiamo a bordo delle nostre navi e nella comunità marittima danese, ed è stato molto stimolante vedere come ci riuniamo tutti per aiutare DFDS a diventare CO2 neutro il più rapidamente possibile, "Dice Patricia.

Nuova area di allenamento per cani a bordo di Pearl Seaways

Il 18 novembre è stato un grande giorno a bordo di Pearl Seaways, quando siamo stati orgogliosi di dare il benvenuto al primo cane nell'area di esercizio per cani di nuova costruzione sul ponte 6.

Brian Blixt Jacobsen, Responsabile commerciale, Pearl Seaways, afferma: “L'area di esercizio è dotata di erba artificiale e ha sia un idrante antincendio che un piccolo lampione dove i cani possono alzare le gambe. Naturalmente, c'è anche l'accesso ai sacchi per "incidenti", oltre a un bidone della spazzatura per depositare quei sacchi dopo l'uso, in modo che l'area possa essere mantenuta altrettanto bene come in queste immagini. Inoltre, 10 cabine sono state adattate per i cani e i loro proprietari, e queste "cabine per animali domestici" si trovano sul ponte esterno, dove i cani possono essere fatti uscire, consentendo un facile accesso all'area di esercizio. "

L'equipaggio della Britannia trova i migranti nel rimorchio refrigerato

Una situazione critica si è verificata oggi quando un folto gruppo di 25 migranti stava cercando di raggiungere il Regno Unito nascosto in un rimorchio refrigerato a bordo della Britannia Seaways in rotta da Vlaardingen a Felixstowe.

I migranti sono stati trovati intorno alle 17:00 CET perché avevano fatto un buco nel rimorchio. Britannia decise di tornare a Vlaardingen e gli agenti di polizia entrarono nella nave da una nave della polizia che li incontrò non appena Britannia entrò nel porto.

Quando la nave arrivò a Vlaardingen intorno alle 20:00, le ambulanze in attesa trasportarono i migranti in ospedale per essere curati per ipotermia. La polizia sta indagando sull'incidente mentre scriviamo questo.

Secondo la polizia di Rotterdam, i due migranti che sono stati portati in ospedale per essere controllati per ipotermia, sono stati entrambi nuovamente dimessi dall'ospedale. La polizia ha inoltre informato di ritenere che la maggior parte dei migranti provenga dal Medio Oriente.

Il comunicato stampa della polizia è disponibile qui (in olandese): https://www.politie.nl/nieuws/2019/november/20/verstekelingen-koelcontainer-vermoedelijk-uit-koeweit-en-irak.html

AEO: DFDS A / S Danimarca ottiene una preziosa autorizzazione doganale

DFDS ha ora ricevuto il cosiddetto status di AEO (operatore economico autorizzato) per la sua più grande entità legale, DFDS Danimarca - o formalmente: DFDS A / S.

Lo status di AEO è estremamente prezioso, soprattutto in caso di una situazione Brexit senza accordi. Significa che godiamo di processi doganali molto più semplici. Riduce gli importi di garanzia che dobbiamo fornire e riduce o rimuove i controlli di sicurezza di processi e sistemi e nel complesso ci offre procedure molto più semplici da seguire. "Si basa su una partnership tra l'operatore economico (DFDS) e le autorità doganali di uno o più paesi. Ci impegniamo a garantire la trasparenza della nostra organizzazione e dei nostri processi e in cambio delle autorità che ci concedono procedure più semplici da seguire. Un vantaggio indiretto è che molti clienti hanno chiesto questo perché la loro catena di approvvigionamento è certificata AEO e, pertanto, è necessario che lo siamo anche quando forniamo il trasporto, lo stoccaggio o altri servizi che fanno parte della loro catena di approvvigionamento ”, afferma Lotte Blumensaadt , Responsabile delle imposte indirette.

Tuttavia, il processo di autorizzazione è complesso ed impegnativo. “Ci è voluto più di un anno. Avevamo bisogno di fornire molte informazioni generali su DFDS, le nostre operazioni, struttura e organizzazione e, non ultimo sulla nostra sicurezza e protezione per l'IT e in generale ", afferma Lotte.

"Oltre a ciò, abbiamo dovuto documentare i nostri processi doganali, gli accordi con i clienti e come possiamo verificare l'origine della merce e se è correttamente dichiarata in relazione alle tariffe doganali e altro ancora."

Molti coinvolti
"Come parte del processo di autorizzazione, le autorità danesi hanno visitato Copenaghen, Frederica e le navi per verificare i nostri sistemi e procedure e persino in collegamento con altre autorità nazionali nell'UE. Anche altre sedi di DFDS come Dover, Felixstowe e Dunkerque sono state sottoposte a audit per comprendere a fondo come lavoriamo e quanto sono sicuri i nostri sistemi. Lo status di AEO richiede inoltre che effettuiamo continuamente le nostre autovalutazioni e comunichiamo cambiamenti sostanziali nei nostri processi e / o organizzazione ", afferma Lotte.

Le forze trainanti per ottenere l'autorizzazione sono state Lotte Blumensaadt, supportata dai membri del nostro team Brexit Jean Aubert e Stephanie Thomas, che sono i nostri principali esperti doganali e hanno esperienza pratica nell'ottenere lo status di AEO in diversi paesi. Il supporto è stato fornito anche da Susanne Blomstergren e Christian Pedersen del nostro ufficio Fredericia, Henrik Nørager che gestisce il Terminal di Copenaghen, diversi colleghi dell'IT, Henrik Svane di Risorse umane a Copenaghen, colleghi in Polonia e Lituania e altri colleghi.

Altro da seguire
Lo status di AEO è dato sulla base di persone giuridiche e attualmente gli è stato concesso:
DFDS A / S (Danimarca)
DFDS Logistics Limited (Regno Unito)
DFDS Logistics BV (Paesi Bassi)
DFDS Germany ApS & KG (Germania, solo semplificazione doganale AEO)
DFDS Seaways (Belgio)
DFDS Logistics Karlshamn (Svezia)

Anche il terminal Ro-Ro di Göteborg ha ottenuto lo status di AEO
Altre entità si impegnano a fondo per ottenere il timbro AEO e ne informeremo al momento dell'arrivo.

DFDS testa il concetto di vela in alluminio

Un'interessante interpretazione dell'energia eolica prodotta da Econowind è stata ora installata su Lysbris Seaways per i test.

 

Una vela di metallo in una scatola è un concetto nuovo, ma potrebbe essere una soluzione per risparmiare carburante ed emissioni per la navigazione sfruttando la potenza del vento su cui quasi tutte le navi si affidavano.

Il prototipo visto nel video sopra è stato installato sul ponte di Lysbris Seaways mercoledì 13 novembre ad Amsterdam. Ciò che l'azienda olandese Econowind ha creato è un concetto di vela pieghevole in alluminio che si trova sul ponte di una nave. Viene fornito in un contenitore di 40 piedi ed è molto diverso dai disegni storici della vela, poiché due lamine metalliche da 10 metri, o ali, si aprono con la pressione di un pulsante.

Il design e il software consentono alle ali di muoversi per catturare in modo ottimale il vento e aiutare a spingere la nave in avanti. Proprio la scorsa settimana la società ha ricevuto il premio per l'innovazione marittima olandese per l'unità Econowind, che dimostra la promessa di test precedenti.

Poul Woodall, direttore dell'ambiente, e Vidar Karlsen, amministratore delegato in Norvegia, hanno firmato l'accordo a settembre per la collaborazione con Econowind e Green Shipping Program (programma Grønt Skipsfarts o SPG), un programma norvegese per la ricerca e lo sviluppo della spedizione verde soluzioni. SPG offre una modellazione teorica di dati meteorologici storici, consumi, rotte e altro che utilizziamo per i test.

Vidar afferma: “Lysbris Seaways è perfetto per testare un simile concetto. In teoria sembra una buona idea, ma dobbiamo vedere se i risparmi di carburante stimati sono realistici per questo tipo di nave. Misureremo il consumo di carburante con la vela e avremo un quadro dell'efficienza acquisita nel tempo rispetto ai numeri normali. "

“Il design finalizzato funziona automaticamente, il che significa che è possibile aprire il container dal ponte e aprire la vela, ma per il prototipo è un po 'più pratico con controlli manuali e un tecnico dell'assistenza presente per far funzionare il sistema. Dopo un'installazione riuscita, non vediamo l'ora di vedere i risultati dei due mesi di test ”, aggiunge Vidar.

Sofie Hebeltoft, Responsabile CSR, afferma: “Con progetti come questo ci assumiamo la responsabilità dello sviluppo di nuove fonti energetiche e metodi di propulsione che possono portarci verso navi più pulite e, infine, a zero emissioni. Pertanto siamo estremamente grati per iniziative come questa intrapresa da Vidar e dal suo team. "

Presentazione reale dell'interior design per i nuovi edifici baltici

Ecco come appariranno le navi Ro-Pax all'interno.

 

Ora vediamo che la produzione di acciaio e tubazioni sta davvero prendendo piede per il nostro progetto di nuova costruzione di merci e passeggeri a Guangzhou, in Cina. E questa settimana abbiamo superato un'importante pietra miliare con la prima ispezione del cosiddetto modello dell'alloggio.

Un Mock-up è un modello in scala reale di parti dell'alloggio costruite nel cantiere usando i materiali reali. Ciò consente al proprietario (in questo caso DFDS) di ispezionare il progetto della sistemazione nella "vita reale". Anche con l'uso di animazioni al computer, programmi per computer avanzati, ecc., Niente è meglio di un'esperienza "look and feel".

Il modello è in fase di costruzione e allestimento da parte del cantiere navale e dei fornitori di alloggi in collaborazione in modo da poter valutare la progettazione e apportare le correzioni necessarie per gli articoli che non soddisfano le nostre aspettative. Inoltre, il modello servirà come riferimento di qualità e lavorazione durante la costruzione. Ciò significa che se le cose non vengono fatte per la nostra soddisfazione, possiamo fare riferimento al modello. Pertanto, un modello è un importante "strumento" e verrà tenuto nel cantiere durante l'intero processo di costruzione.

Rappresentanti della BU Baltic, Brand e ovviamente Newbuilding & Major Conversions, erano presenti al sopralluogo insieme alla società di architetti d'interni esterna Steen Friis Design di Copenaghen.

È andato bene e solo poche cose devono essere cambiate. Dato che il cantiere e il fornitore di alloggi sono stati estremamente impegnati a preparare il modello in tempo e hanno lavorato quasi 24 ore al giorno fino all'ispezione del modello, avevamo dei dubbi sul fatto che potessero finire in tempo. Ma l'hanno fatto ed erano pronti per l'ispezione.

Le foto ti daranno un'impressione dell'aspetto dei nostri nuovi fantastici traghetti Ro-Pax, ma ricorda: è solo il primo mock-up, quindi ci saranno cambiamenti e dovrai aspettare e vedere il risultato finale. Ma siamo sicuri che non rimarrete delusi.

Team del sito per crescere

L'equipaggio nel team del sito sarà inoltre gradualmente aumentato nei prossimi mesi in linea con la raccolta della produzione. Attualmente, ci sono 10 persone nel team del sito tra cui Steen Haurum, Jens Monk e Morten Fenger di DFDS e gli altri membri del team del sito di OSM.

Jesper Aagesen, direttore di Newbuilding e principali conversioni

Vedi altre foto qui sotto:

DFDS vince il premio ambientale per la strategia di lavaggio

La direttrice della CSR Sofie Hebeltoft è stata a Rotterdam oggi, 6 novembre, per ritirare il premio GREEN4SEA EUROPORT Ship Operator Award per la nostra strategia iniziale e ambiziosa di scrubber

 

Partiamo dal presupposto che sia stato un momento di grande orgoglio per la direttrice CSR Sofie Hebeltoft quando le è stato chiesto di venire alla cerimonia di premiazione green4sea-europort a Rotterdam oggi, 6 novembre 2019, per ricevere il 'GREEN4SEA EUROPORT Ship Operator Award.

In effetti, è stato un evento da festeggiare per tutti al DFDS in quanto abbiamo ricevuto il premio per la nostra decisione di installare scrubber sulle nostre navi nel Mediterraneo.

Come ha detto Sofie quando si è rivolta al pubblico per ringraziare il comitato per il premio, siamo estremamente orgogliosi e grati per il riconoscimento poiché riteniamo di aver preso un rischio come primi promotori già nel 2009, quando abbiamo iniziato a sviluppare uno scrubber su Ficaria Seaways. E ancora nel 2013, quando abbiamo deciso la nostra ambiziosa strategia di scrubber per conformarci alle rigide normative sullo zolfo del 2015 per il Baltico, il Mare del Nord e la Manica. Pertanto, siamo stati in grado di superare la maggior parte delle altre compagnie di traghetti e di navigazione con la nostra decisione anticipata di installare scrubber sulle nostre navi nel Mediterraneo per conformarci alle imminenti normative globali sullo zolfo del 2020 e alla nostra politica ambientale di riduzione del nostro impatto sull'ambiente.

Il comitato lancerà presto una video intervista a Sofie sul premio, che puoi vedere qui: https://europort.safety4sea.com/green4sea-europort-awards/

I vincitori del premio sono stati:
• Premio per l'efficienza energetica GREEN4SEA EUROPORT - Jotun
• GREEN4SEA EUROPORT Clean Shipping Award - Porto di Rotterdam
• Premio per la tecnologia GREEN4SEA EUROPORT - Wärtsilä
• Premio operatore navale GREEN4SEA EUROPORT - DFDS
• Premio Iniziativa GREEN4SEA EUROPORT - ESPO


La rosa dei candidati per il premio dell'operatore navale vinto da DFDS

DFDS è la 37a compagnia più grande della Danimarca

Torben Carlsen was interviewed by Danish media Group Berlingske, speaking about the strategy, Turkey, Brexit, and the future.

In the Danish media Group Berlingske’s survey of the 1000 largest companies in Denmark, DFDS was on Friday 25 October ranked as the 37th largest. Furthermore, we were listed as Denmark’s second largest shipping company after Maersk.

However, it wasn’t only about size. In an accompanying article, focus was on the transformation of DFDS into a much more profitable company that has grown results by every year since 2009 and achieved its best ever results in 2018. Light was also shed on developments in BU Med and Brexit’s effect on us – including our robust preparations.

“It is very pleasing that people appreciate our extremely positive development, which we sometimes forget to appreciate ourselves because we are deeply engaged in developing our company for the future and implementing our Win23 strategy,” says Torben Carlsen who was interviewed for the article.

Il futuro quartier generale creerà una fantastica impostazione DFDS

With its beautiful maritime appearance, and a fantastic location just beside our terminal, the new headquarters will be a signature building in Copenhagen’s Nordhavn.

PLH Arkitekter is behind the design of our new headquarters and, based on a great understanding of DFDS’ culture and the DFDS Way, the company has come up with a truly iconic design that will be the face of DFDS for many years to come.

Michael Sandberg, Project Director, says: “Our new head office will be 135m long, 17.7m wide and 26.9m high, and will consist of seven decks with two roof terraces on the top two decks. It will be able to accommodate 700 colleagues within its overall area of 15,500m2. With high requirements for environmentally-sound quality materials, indoor climate and energy savings, PLH Arkitekter has designed a building that is energy-efficient and sustainable.

“Inspired by the sea, the wavy facade gives movement to the building, perfectly expressing DFDS’ identity. The building is directly across from our terminal area for Pearl Seaways and Crown Seaways, creating a fantastic setting that will establish a strong, unified DFDS presence in Copenhagen when it is completed no later than March 2022.”

It will not only offer colleagues the best possible working environment for a good, inspiring day, but it will also display an openness and transparency that will create a welcoming atmosphere for visitors from outside, who can enjoy a coffee in the café on the ground floor, for example. The physical surroundings will also be attractive to potential new colleagues.

This welcoming building supports a modern, activity-based working environment that offers opportunities to facilitate customer-oriented activities and events that contribute to a collaborative DFDS experience for employees, visitors and partners.