Prospettiva soleggiata nel Mediterraneo

Segnali positivi dopo un anno difficile per DFDS in Turchia.

L'attività di DFDS nel Mediterraneo è cresciuta del 2% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

Questa piccola crescita è un segnale positivo dato l'impatto globale del Covid-19 nel 2020. DFDS prevede di continuare nel 2021.

La Turchia ha subito gli effetti della pandemia come ogni altro paese. I blocchi e le chiusure di fabbriche hanno colpito duramente gli scambi.

Le esportazioni del paese in molti paesi europei sono diminuite di 27% nel maggio 2020. La Turchia ha iniziato ad adattarsi e le ruote dell'economia hanno ripreso a girare. I rapporti commerciali hanno indicato risultati migliori il mese successivo.

La lira turca ha iniziato a riacquistare il suo valore. Il suo saldo import-export è tornato alla normalità.

Di conseguenza, DFDS nel Mediterraneo ha iniziato a funzionare meglio. Le linee ferroviarie hanno dimostrato la loro importanza durante la pandemia, quando i confini terrestri erano soggetti a restrizioni. DFDS è stato in grado di operare con una minima interazione umana.

Guardando al futuro, un'impronta di carbonio ridotta per DFDS nel Mediterraneo è una realtà. Tutti i traghetti hanno installato scrubber, che rimuovono gli inquinanti dai gas di scarico.

Sono in corso anche gli sforzi per alleviare la congestione a Trieste, in Italia, una delle principali destinazioni di DFDS dalla Turchia.

Convoglio di aiuti al terremoto ha colpito la Croazia

Zagabria in Croazia era recentemente colpita da un terremoto di magnitudo 6,3. Per fornire aiuto, UNA MODA PASSEGGERA, Autorità turca per la gestione dei disastri e delle emergenze, preparato 100 container abitativi per le vittime colpite da il terremoto. 

Le case erano ttrasportato su 3 e 5 gennaio raggiungere Zagabria in collaborazione con UND (International Transporter Association) e DFDS mentre Tan Group Logistics ha intrapreso lo sdoganamento del convoglio composto da 50 camion di 30 aziende associate a UND. 

Fuat Pamukçu, VP, Vendite, Marketing, Sviluppo aziendale e strategia, says“Dopo il terremoto in Croazia, il nostro Stato non è rimasto indifferente al disastro. Con i camion dei nostri logisti membri UND e la nostra flotta nazionale, abbiamo caricato 30 contenitori su Pergamon Seaways seguito dal rimanenti 70 container su Ephesus Seaways, entrambi arrivati con i container a Trieste la scorsa settimana. 

Siamo felici di far parte di questo prezioso supporto per il quale l'industria logistica turca è un cuore per la Croazia. Lo speriamo, se solo un po ', le ferite sarebbero guarite. Crediamo che le case viventi raggiungeranno thè scopo." 

Puoi guardare il viaggio nel video qui sotto:

"Portiamo per le donne" andando forte

We Carry for Women, il CSR project by BU MED and the Women Entrepreneurs Association of Turkey (KAGIDER), continues providing benefits to Turkish women entrepreneurs.

The project has been making a real contribution to the business world by trasportoing women entrepreneurs’ products to European countries for free. As an ongoing project, it is already making a notable change in the industry. UNpplications were received during the summer of 2020 and BU MED recently started transporting women entrepreneurs’ goods all over Europe. So far, BU Med and logistics partners carried 6 units from 5 different companies of women entrepreneurs. More is being planned for the rest of the year. 

The logistic partners, which are also BU MEd’s key accounts, siamo a key part during this project. 'We Carry for Women' is currently supported by 21 logistic partners, 2 of which are new accounts and joined the project after having heard in the pressAll questi logistic partners collaborated willingly with the women entrepreneurs and showed them their wholehearted support. In addition, the project ricevuto more media visibility via the logistic partners’ communication activities. 

Besides the traditional press activities, the project’s communication is supported with a TV show and on social media. Nearly 6 million people were reached with the traditional and digital communication activities since July. 

“We Carry for Women”, which is a union of forces in the logistics sector during the pandemic, allowed DFDS BU MED stand out as an opinion leader in the logistics sector and its stakeholders. 

Incontra Danny Annan

In quanto azienda di proprietà danese in Turchia, i legami diplomatici tra i paesi sono importanti per DFDS. In questo video incontrerai Danny Annan, il neo-nominato ambasciatore danese in Turchia.

Özlem Dalga, Corporate Communications & PR Manager in BU Med, intervista Danny Annan su come sia stato per lui arrivare in un paese straniero durante la pandemia Covid-19, e spiega anche delle attività ancora in corso nonostante la pandemia.

Danny Annan descrive come vede il ruolo dell'ambasciatore in Turchia e come desidera rafforzare i legami commerciali e politici tra Turchia e Danimarca. Infine, esprime il suo punto di vista sull'iniziativa BU Med CSR “We Carry for Women”.

Intervista a Lars Hoffmann

Ascolta questa intervista con Lars Hoffmann, Vice President & Head of Business Unit Mediterranean, e ascoltalo mentre spiega i retroscena della maggiore attenzione sui servizi intermodali di DFDS (servizi combinati di trasporto merci su rotaia).

Nuovo sistema ferroviario in BU Med

You might have noticed esimoat use of rail services as part of un' freight transport chain - intermodal transportation - is developing throughout DFDS. The Intermodal Department and Trieste terminal siamo bene versed in this practice e siamo currently running about 56 round trips per week to many European destinations. 

Per improve il shift from road to rail and ferry, BU Med has successfully implemented a new system called 'r2L-traileruse'. It is devised di transport and logistics company and important customer for BU Med, VegaBefore going into what the new system can do, here is some context. 

Normally, only semirimorchi that can be lifted by crane can be loaded ona trainscon a few exceptions. To overcome this, we use systems quella use special equipment a esimoe terminal and on the wagons. They ensure the loading of units which, due to their technical characteristics, cannot be loaded in the traditional way. 

Sfortunatamente, some units erano ancora not compatible with nostro previous sistema, Nikrasa. Questo meant that some of our customers had to find other solutions to reach their desired destination. 

A the Logistics & Transportation Trade Show in Munich, Transport Logistics 2019, io era uno di the first to be informed by VEGA about a new system quella was being developed per units that could not be lifted by crane. 

New system, new benefits
It’s now a great pleasure to announce that, on 13 October 2020, the first Vega 'r2L-traileruse' adapter was used on the Trieste - Bettembourg train. This allowed DFDS to load a FullSped frigo trailer quella previously was unable be loaded onto the train with the Nikrasa system. 

But these are not the only advantages of the new 'r2L-trailerus' sistema a partire dal VEGAOther advantages: 

  • It is usable on DFDS' current wagon sets. 
  • No extra equipment necessary in terminalS. 
  • A wider range of units can be loaded onto the train other than by crane, for example glass trailers osilo rimorchi (pictured below). 
  • From mid-November 2020 it will also be possible to carry short silo trailerS. 

The change of equipment is already complete, and we are offering sei slots for rimorchi that cannot be lifted by crane for every Trieste - Bettembourg – Trieste train. 

Our intention is to offer this service on the Trieste - Cologne line in 2021. 

We are looking forward to welcoming back old customers chi we were not able to satisfy and obviously new ones! 

Fuat Pamukcu, Vice President, BU Med Sales, says: “I look forward to developing Di Più innovative intermodal solutions together with our new iontermodal competence centre. 

 

DFDS alla Barcolana Regatta

Anche se i grandi traghetti sono più il nostro stile, i nostri colleghi a BU Med non poteva perdere l'occasione di farlo aumentare la consapevolezza su DFDS e sulle nostre attività presso il festoso Regata Barcolana. 

La Barcolana Regatta è una regata velica internazionale disegna il maggior numero di da corsa barche a vela nel mondo. Tradizionalmente ci sono partecipano più di 300.000 visitatoriing l'evento per vedere circa 2.000 barche a vela nel Golfo di Trieste. L'evento è oltre una settimana di festeggiamenti a terra e in mare e trasforma Trieste nella capitale europea della vela.  

Jens Peder Nielsen, amministratore delegato di Trieste, era lì per accogliere alcuni visitatori. Lui dice: "DFDS aveva impostato su sulla piazza principale di Trieste con un proprio container da 45 ', distribuendo informatisu regali materiali e adatti alle famiglie. Questo waun buon modo per creare visibilità in un' a livello locale e raccontare chi siamo, cosa facciamo e cosa ci lega a Trieste e ai suoi port. Lars Hoffman, che era in visita, ha avuto anche una buona occasione per vivere l'impressionante evento e vedere il nostro setsu. Complimenti a tutte le persone coinvolte. 

“Purtroppo, a causa tempo molto brutto e forte bora vento, la regata velica di domenica 11 ottobre è stata annullata, con delusione di tutte le persone coinvolte. Tuttavia, la sicurezza viene prima di tutto e in condizioni meteorologiche estreme non è stato possibile garantire la sicurezza dei partecipanti e l'annullamento è stata sicuramente la decisione giusta ". 

Mitja Gialuz, Presidente dell'organo del circolo velicoèing Barcolana, Società Velica di Barcola e Grignano, afferma: "Siamo stati lieti di dare il benvenuto a DFDS a Barcolana. In un anno così intenso e complesso, vale la pena sottolineare la lungimiranza di chi sostiene le comunità locali e gli eventi a favore della loro economia. Til suo partnership dimostra ancora una volta che il mare è un legame forte da cui possono nascere nuove sinergie e progetti, per a vantaggio di tutti. 

DFDS al Digital Transformation Summit

I nostri colleghi del Centro di sviluppo IT in Turchia ci aiutano con soluzioni digitali e hanno già fornito più app per la nostra attività di trasporto passeggeri e merci.

Pertanto, Jan Berslen Devrim, direttore senior del centro, è stato invitato a un vertice sulla trasformazione digitale ospitato da Bloomberg HT in Turchia.
Al vertice, ha condiviso le sue conoscenze e opinioni sul lavoro del centro, l'intelligenza artificiale, la digitalizzazione e le nuove tecnologie nel settore della logistica.
Jan, afferma: "Credo che l'industria della logistica possa generare più dati di qualsiasi altro settore e dobbiamo utilizzare tutti quei dati per prendere decisioni migliori e prevedere i futuri sistemi informativi nella logistica".

Nuove app mobili
“Presso il Centro di sviluppo, puntiamo a concentrarci sull'intelligenza artificiale e sull'apprendimento automatico per sviluppare soluzioni più efficienti. Attualmente stiamo lavorando su app mobili per la prenotazione e soluzioni a supporto della gestione dello stoccaggio e della movimentazione delle unità presso i terminali", afferma.

Trasmissione nazionale
Il vertice è stato trasmesso sulla TV nazionale e oltre 2,5 milioni di persone hanno raggiunto il webinar tramite il sito Web Bloomberg HT e 267K persone lo hanno visto in diretta sugli account dei social media Bloomberg HT.
“È stato un piacere portare l'attenzione sul nostro lavoro al vertice. Il team sta lavorando duramente per ottenere soluzioni migliori per i nostri clienti e le parti interessate. Questo webinar e altri relatori dimostrano che nessuno può sopravvivere senza soluzioni all'avanguardia a lungo termine", afferma Jan.

Nuovo servizio Patrasso-Trieste

Gallipoli Seaways opererà tra Patrasso e Trieste. Eccola vista a Patrasso.

Per accogliere un gradito aumento della domanda del mercato, BU Med ha avviato una nuova linea di navigazione tra Trieste e Patrasso. In precedenza, Patrasso serviva solo come scalo intermedio tra Pendik e Trieste, ma ora fornirà spedizioni regolari e affidabili tra l'Italia e la Grecia con un servizio dedicato che offre due viaggi settimanali di andata e ritorno.

Lars Hoffmann, Vice President e Head of BU Meç, afferma: "Siamo molto lieti di aggiungere questa nuova linea alla vasta gamma di servizi di alta qualità nel Mediterraneo".

Aggiornamento COVID-19 da BU Med

Lars Hoffmann

Gli ultimi sei mesi sono stati molto impegnativi per la BU Mediterraneo. Tuttavia, in momenti difficili come questi, dobbiamo metterci alla prova e mostrare di che pasta siamo fatti.

Personalmente, sono molto felice di vedere che abbiamo imparato nuovi modi di svolgere il nostro lavoro durante la situazione COVID-19 che ha improvvisamente cambiato il nostro modo di vivere e lavorare.

Più che altro, sono contento che finora abbiamo avuto pochissimi casi di coronavirus nella BU Med. Tutti i nostri colleghi e le nostre famiglie sono sani e salvi e dobbiamo concentrarci per garantire che rimanga tale.

I volumi nel Mediterraneo hanno subito un duro colpo. Ad esempio, durante marzo e aprile circa 50% del nostro volume sono scomparsi, poiché una parte importante del nostro carico è collegata all'industria automobilistica e tessile. Sono stati davvero colpiti dal virus. Inoltre, non ci era permesso far volare i nostri autisti. Nel giro di pochi giorni questo ha provocato un'enorme sovraccapacità sulle nostre navi e sui nostri treni, ma abbiamo agito con saggezza e non ci siamo fatti prendere dal panico.

Adattarsi alla nuova normalità
Attraverso la collaborazione, abbiamo imparato a navigare nella nuova normalità. Le riunioni virtuali che coordinano la capacità su navi, terminal e treni sono diventate rapidamente parte della routine quotidiana. I colleghi delle vendite hanno assistito il team operativo e abbiamo anche trovato opportunità per sviluppare le nostre soluzioni intermodali. È stato fantastico anche essere di aiuto alle autorità portuali e ad altri colleghi DFDS, ai quali abbiamo fornito attrezzature mediche in Francia e in Italia.

Sono contento di vedere la forza accumulata di BU Med e sono orgoglioso di essere il suo capo con colleghi così bravi.

I volumi stanno aumentando
Durante giugno e luglio, abbiamo visto i volumi aumentare lentamente. Poco prima delle vacanze di Bayram, eravamo molto vicini ai nostri numeri del 2019. Ancora molto lontano dalle nostre previsioni per il 2020, ma il carico è tornato leggermente più veloce del previsto e credo fermamente che ne usciremo ancora più forti.

C'è ancora un grande potenziale nella BU Med. Le crisi non sono una cosa sconosciuta in Turchia e abbiamo sicuramente dimostrato di essere in grado di affrontare una "tempesta" e adattare la nostra attività a un nuovo standard. Durante la pandemia, l'economia turca continua ad essere in pessime condizioni, cosa che potrebbe avere un impatto significativo sui nostri clienti e sulla concorrenza. Lo seguiremo da vicino.

COVID-19 è tutt'altro che finita. Dobbiamo ancora fare ancora di più ed essere migliori nel nostro lavoro quotidiano. Tuttavia, sono sicuro che raggiungeremo i nostri obiettivi mantenendo la nostra concentrazione e ottimizzando la nostra attività.

Grazie a tutti i miei colleghi in BU Med per i vostri sforzi.

BU Med "Carry for Women"

Fuat Pamukçu, Melek Yıldız, Özlem Dalga, Emine Erdem and Lars Hoffmann

BU MED recently initiated the corporate social responsibility project “We Carry for Women” in cooperation with KAGİDER (Women Entrepreneurs Association of Turkey).

The project involves transportation of 50 female entrepreneurs’ goods (2 containers for each elected enrepreneur) by DFDS free of charge for a year. Turkish international freight transport and logistics companies have shown a great interest to support women entrepreneurs in Turkey by participating in this project together with DFDS.

“We Carry for Women” is designed to encourage women’s participation in business life, help them stand out in social life, and contribute to their export capabilities. Products of female producers will be shipped free of charge by DFDS in its maritime (departures from Pendik, Yalova and Mersin) and railway networks. This support has grown vastly, particularly during and after the pandemic, and the first transport took place in the last week of June.

The project was introduced to the Turkish press on 3 July through an online press conference with participation of Lars Hoffmann, Head of BU MED, Emine Erdem, President of KAGİDER, and Fuat Pamukçu, VP Sales, Marketing, Business Development & Strategy.

As part of the multi-stranded communication plan designed for the project, “Route of Women Entrepreneurs” TV show started to broadcast on 25 July on Bloomberg HT channel. Emine Erdem and Fuat Pamukçu were the first guests of the TV show, and they pointed out the importance of the project which contributes greatly to making female entrepreneurs more competitive in global markets and helps them get access to the markets overseas. Every Saturday, with the moderation of Özlem Dalga, Corporate Communications Manager in BU MED, “Route of Women Entrepreneurs” will continue to tell stories about female entrepreneurs and provide logistics mentoring and coaching with our business partners as guest hosts.

This TV advertorial for the project was shown on national TV

This is the first episode of the TV show (selected clips have English subtitles)

Fuat Pamukçu says: “The female entrepreneurs to benefit from the “We Carry for Women” program will be chosen by KAGİDER and DFDS. Women’s involvement in the economic life is very important for gender equality as well as for the democratic development. We are very happy to realise this project with KAGİDER, a non-governmental organisation working to empower women by entrepreneurship.”

Özlem Dalga says: “We are positively surprised that the “We Carry For Women” project has been so well received and are very happy that this collaboration project in the logistics sector will help women entrepreuners in this pandemic periode.”

Aumentare le vendite in BU MED

The new Galaxy project aims to boost BU MED’s volumes following the impact of the pandemic. The main goal is to gain about 7000 new units on our Mediterranean lines from new and actual DFDS customers who have been sending units to Europe using different modes of transportation. We want to get fast results to compensate for the decreasing volumes caused by COVID-19.

Here’s what we want to achieve:

  • We want to provide more competitive prices on our ro-ro and intermodal lines for existing customers who carry units to European cities we see as new priority markets.
  • We want to use promotional campaigns to get existing customer to ship extra units.
  • We want to guarantee bookings on our vessels for small and medium-sized enterprises.
  • We want to arrange bookings for intermodal and ro-ro customers who have struggled with permit documents while passing through Austria.
  • We want to highlight the benefits of using DFDS lines to customers who prefer road transport: less paperwork for transit permits, lower costs and fewer issues related to crossing borders.
  • In general, we want to help customers and drivers to avoid spending too much time on handling border precautions caused by COVID-19.

“The logistics sector has been negatively affected by COVID-19. With the Galaxy Project, we aim to benefit from the advanced logistics services we offer to companies in different segments by being solution-oriented and striving for customer satisfaction. We are trying to achieve a better position in the market by increasing business volumes without having to wait for the global economy to return to normal,” says BU MED Sales & Business Development Director Önder Başboğa.

BU Med: un anno con Sète

The Sète team celebrating one year with the route.

Precisely one year ago, BU Med moved all sailings between Turkey and France to Sète due to more intermodal opportunities and being strategically right for our customers as it is close to most of our markets such as Spain and Portugal.

With large vessels that can carry up to 300 trucks each trip, the route to and from Sète has made 24,147 transportations on Pendik/Yalova-Sète and 29,031 on Sète-Pendik/Yalova.

With the inclusion of our colleagues from the closed office in Toulon, the Sète team has become a strong unit that works to develop local business and operations. They are currently planning to make train connections in the Port of Sète and set up buildings for recreational activities for drivers in the port.

Ayberk Eskin, France Route Director, says: “I think the improvement we have shown in one year is really admirable. We started this route in the middle of a crisis and had serious problems at the beginning, but we have now reached an excellent service level. I sincerely thank all my friends in France, Turkey, ports, agencies and vessels who contributed for this to happen.”

Jimmy Marolle, Agency Director France, says: “It is now one year ago from when I stood under heavy rain and saw the first call of UND Ege (now Gallipoli Seaways) and I am proud of what we have achieved from that time until now with excellent teamwork at all levels to make this route a success”.

DFDS istituisce il Centro di competenza con primeRail

In joint venture with intermodal operator primeRail, DFDS Med will build an intermodal competence Centre in Cologne. Here are Peder Gellert and Lars Hoffmann at the day of the signing in Hamburg with Patrick Zilles (sitting), CEO of primeRail, and Kurt Pelster, Board Member in primeRail.

Today, a significant part of DFDS’ cargo transports between Turkey and Europe is managed from DFDS’ Mediterranean head office in Istanbul through intermodal solutions via Trieste.

In order to grow our intermodal solutions, we will, in addition to our existing set-up, establish a new Intermodal Competence Centre in the Cologne area where focus will be on developing competitive solutions.

DFDS will do this in a joint venture with rail operator primeRail that provides solutions to maximize mobility through innovative and cost-effective intermodal solutions.

Lars Hoffmann, Vice President and Head of DFDS’ Mediterranean unit, says” With our shared knowledge and expertise, we are confident that we will create a strong platform for developing even more efficient intermodal solutions. This will not only benefit our customers, but it will certainly also support the work to reduce our impact on the environment. ”

primeRail started successfully as an intermodal operator in 2019 and has already developed efficient digital solutions and will now immediately starts building the new DFDS Competence Center.


Peder Gellert and Patrick Zilles

Il rebranding delle navi BU MED sta per essere completato

Potresti ricordare Hasan Goler, sovrintendente alle operazioni, che ha colpito l'oro quando ha avuto l'idea di rinominare la flotta della BU Med. Doveva inseguire i siti del patrimonio mondiale turco dell'UNESCO come parte di un rebranding completo.

Il gruppo Gemak presso il cantiere navale Gemak ha effettuato il rebranding che terminerà alla fine di giugno. BU Med sarà quindi in grado di presentare con orgoglio una flotta completamente rinnovata nella livrea DFDS e con nomi nuovi e unici.

Cemil Bayulgen sarà l'ultimo dei 12 traghetti a essere rinominato. Si chiamerà Galata Seaways (precedentemente Cemil Bayulgen). Altri nomi combinati con 'Seaways' includono: Cappadocia (UND Atilim), Olympos (UND Birlik), Assos (Saffet Ulusoy), Artemis (UN Marmara), Aspendos (UN Pendik), Dardanelles (UN Trieste), Zeugma (UN Akdeniz) , Sumela (ONU Karadeniz), Myra (Cunet Solakoglu), Gallipolli (UND Ege) e Pergamo (ONU Istanbul).

Lars Hoffmann, vicepresidente e capo della BU Mediterranean, afferma: “Ciò dimostra quanto siamo riusciti a rendere le Nazioni Unite RoRo una parte integrante ed essenziale di DFDS. Sono molto felice di presentare una flotta che i clienti e il pubblico possono associare a DFDS e con nomi che significano qualcosa per le comunità locali nel Mediterraneo, oltre ad essere famosi a livello internazionale. "

Kemal Bozkurt, vicepresidente delle operazioni presso BU Med, afferma: “Il rebranding della flotta delle Nazioni Unite RoRo è stato uno dei pilastri principali del piano di integrazione. Il piano ha una portata globale che coinvolge le principali aree che devono essere integrate e allineate come in finanza, approvvigionamento, vendite, operazioni, organizzazione tecnica, risorse umane, digitale, marketing e IT.

"Anche se è stata una sfida, tutti i soggetti coinvolti hanno abbracciato lo scopo di imparare dal modo di fare affari di DFDS nel rispetto e nell'adattamento alla cultura locale. Ciò ha veramente portato alla creazione di una cultura aziendale DFDS unica.

"Ora siamo quasi alla fase finale di un processo che porterà alla fine dell'era RoRo delle Nazioni Unite con l'ultima nave della flotta turca a essere rinominata".

 

La maggior parte delle navi rinominate dalla flotta della BU Med. Mancano Artemide, Pergamo, Olimpo e Galata.

BU MED collega donne imprenditrici

La DFDS Academy di BU MED ha riunito mercoledì la KAGİDER (Associazione delle donne imprenditrici turche) turca e AIDDA (Associazione italiana delle donne imprenditrici e manager) insieme alla partecipazione di Marie Christine Oghly, Presidente mondiale della World Association of Women Entrepreneurs (FCEM), mercoledì, 10 giugno.

L'incontro è iniziato con i discorsi di apertura di Marie Christine Oghly e dei Presidenti nazionali di AIDDA e KAGİDER, rispettivamente Maria Claudia Torlasco Mastelli ed Emine Erdem. Durante il webinar, i membri di AIDDA e KAGİDER hanno discusso dei modi in cui gli imprenditori turchi e italiani stanno progettando di rilanciare l'economia dopo la pandemia.

I membri di due associazioni di donne d'affari, per lo più attive nei settori del turismo e della salute, hanno condiviso le loro esperienze e i migliori casi durante il periodo Covid-19, insieme ai loro progetti appena avviati per ispirare un'ulteriore cooperazione tra Italia e Turchia.

Anche i presidenti nazionali di AIDDA e KAGIDER hanno firmato "virtualmente" il Memorandum of Understanding per ufficializzare la cooperazione e l'inizio di un dialogo più intenso. Questo sarà il primo passo di una serie di altre collaborazioni con associazioni simili in Europa e nel mondo.

Özlem Dalga, Responsabile della comunicazione aziendale di BU MED, afferma: “In origine, questo incontro doveva essere a Trieste, tuttavia sono molto contento che siamo stati comunque in grado di riunire queste appassionate imprenditrici dalla Turchia e dall'Italia. Crediamo davvero che il “ponte marittimo” che collega la Turchia alla città di Trieste si rafforzerà con questa cooperazione. Crediamo inoltre con tutto il cuore che questo incontro e DFDS Academy sosterranno e responsabilizzeranno le donne nel mondo degli affari, specialmente nel turismo durante la nuova normalità ".

Puoi vedere il webinar completo Qui.


Il momento speciale in cui i presidenti nazionali di KAGIDER e AIDDA, Emine Erdem (in alto) e Maria Claudia Torlasco Mastelli (in basso), rispettivamente, hanno firmato “virtualmente” il Memorandum d'intesa.

DFDS Academy lancia i webinar

Top, from let to right: Özlem Dalga, Corporate Communications Manager in BU MED and Arzu Ekiz Akyol, Ekol Logistics Turkey Country Manager.
Bottom, from left to right: Zeybek Atabek, Tur Transit Executive President Şebnem and Berna Akyıldız, Association of International Forwarding and Logistics Service Providers Board Member.

BU Med’s DFDS Academy, where customers familiarize with DFDS’ brand, network, and way of doing business, came back after a long break. This time to demonstrate the impact of Covid-19 outbreak with leaders of logistics sector and monitor the Covid-19 period most effectively.

DFDS Academy has successfully completed two webinars regarding “The Definition of New Normal in Logistics” and “The Continuity of Trade During Covid-19 Period” with the participation of board members of key accounts such as Ekol Logistics, Mars Logistics and associations like UTIKAD, Association of International Forwarding and Logistics Service Providers. Alongside sales and operations employees from different companies, DFDS Academy extended the target group with the webinars and reached 890K people (approx.) through press and social media channels.

DFDS Academy is re-designed as an online platform where people working in logistics share knowledge. For the upcoming weeks, more webinars and several online initiatives are planned by the BU MED Corporate Communications team.

Özlem Dalga, Corporate Communications Manager in BU MED, says: “Now that international offline events are out of the question for a while, we found the best solution was to carry our marketing and communication events online in order to help people to network and have discussions on topics of the industry through arranging webinars and online events. And we realised that there is a need for our community to keep engaging. With the use of the webinar schedule and online events, we are underlining our company’s position as the sector leader during the post COVID-19 stage in order to accelerate the recovery process.”

Covid-19: autisti turchi rimpatriati

Diversi conducenti turchi sono rimasti bloccati in Francia e in Italia a causa delle restrizioni di viaggio imposte per limitare la diffusione di Covid-19.

Ora il problema con i conducenti turchi bloccati in Francia e in Italia è stato finalmente risolto. Il 3 aprile 110 conducenti e 33 cittadini turchi sono tornati con successo in Turchia con gli sforzi diplomatici perpetui del Consolato Generale di Turchia a Marsiglia e del Consolato Generale di Francia a Istanbul. Numerosi colleghi di DFDS BU MED hanno inoltre contribuito in maniera significativa ai loro sforzi e competenze.

Lars Hoffmann, capo della BU MED, afferma: “Vorrei esprimere i miei sinceri ringraziamenti e gratitudine a tutti i miei colleghi della BU Med che hanno fornito pieno supporto durante questo difficile periodo. Un ringraziamento speciale va a Fuat Pamukçu, Vicepresidente Vendite, Marketing, Sviluppo e strategia aziendale e al suo compagno di squadra Arif Akkoz, Direttore dell'agenzia, e anche ai dipendenti della Repubblica di Turchia del Consolato di Marsiglia e del Consolato francese di Istanbul per i loro preziosi contributi per ottenere il turco rimpatrio dei conducenti. "

Phoenix implementata in BU Med

L'implementazione di Phoenix e MyFreight è ora completata in tutte le precedenti sedi Ro-Ro delle Nazioni Unite

Come abbiamo condiviso a febbraio, il team IT di Ferry supportato da flussi di lavoro di Digital, BI e del business locale è stato impegnato con uno dei suoi più grandi progetti di sempre: l'implementazione dei sistemi DFDS in BU Med. Le sedi sono state aggiunte alla rete di sistemi su base bisettimanale nel primo trimestre del 2020. Siamo ora felici di annunciare che la prima fase di implementazione è stata completata leggermente prima del previsto.

I flussi di lavoro del progetto, il team di implementazione e il business locale hanno fatto un lavoro fantastico per consegnare il progetto in tempo. Ciò significa che tutti gli ex Ro-Ro delle Nazioni Unite le località ora hanno Phoenix (oil tuo sistema IT di base per il trasporto merci) e myFreight (oportale di prenotazione nline per clienti del trasporto merci) sistemi e capacità successive come il reporting BI.  

Vedi di seguito una panoramica dello stato del progetto:

Lars Hoffman, vicepresidente e capo della BU Mediterranean, afferma: “È fondamentale allinearsi con il resto di DFDS, quindi siamo felici di avere finalmente Phoenix nella maggior parte delle nostre sedi. Fornisce una migliore panoramica aziendale e ci consente di utilizzare Tableau.

“Grazie in particolare a Sara Ryden e al suo team Phoenix, che hanno trascorso molte settimane in Turchia a lavorare all'attuazione. Ora dobbiamo implementare Phoenix a Trieste e Tunisi non appena possiamo viaggiare di nuovo completando la prima fase e migliorare in modo significativo la nostra qualità di comunicazione e dati, nonché standardizzare i processi sulle rotte esattamente come nelle rotte precedentemente implementate. "

Inoltre, si prevede di espandere l'implementazione iniziale delle rotte intermodali integrandosi con i fornitori di treni e offrendo ai nostri clienti le funzionalità di prenotazione e Track & Trace.

Rune Keldsen, EVP e CTO, afferma: “Questo grande progetto è una pietra miliare legata alla collaborazione attraverso il gruppo DFDS. Le aziende situate in vari paesi hanno lavorato a stretto contatto con i nostri team IT situati a Istanbul, Grimsby, Göteborg, Vlaardingen e Copenaghen. Il successo di questa implementazione dimostra quanto sia vantaggioso unire le diverse competenze e culture che abbiamo nel gruppo indipendentemente dalla posizione. "

Michael Herbæk, DIO di Freight Ferry, afferma: “Questa è la più grande implementazione di Phoenix di sempre, e anche se i nostri colleghi di BU Med erano davvero disposti ad adattarsi ai processi di DFDS Ferry supportati dai nostri sistemi, un sacco di sviluppo per il supporto legale e locale erano necessari compiti "indispensabili". Ad esempio, sono stati creati 42 nuovi collegamenti EDI (scambio elettronico di dati) per comunicare con banche, autorità e altre parti interessate. Inoltre, è stato sviluppato un modulo separato per la gestione dello sdoganamento tra Turchia ed Europa che consente di adattarsi alle richieste doganali di altri paesi. Laddove rilevante, MyFreight e le API sottostanti sono state ulteriormente sviluppate per supportare BU Med.

"Ultimo ma non meno importante, sono state trascorse molte ore in diverse località per supportare il live, e qui un ringraziamento speciale a quelli delle aree di business al di fuori di BU Med che hanno assegnato alcuni dei loro membri dello staff locale locale per dare una mano durante il molti vanno in diretta periodi. Un grande ringraziamento a tutti i soggetti coinvolti, potete essere tutti orgogliosi di aver partecipato a questa riuscita implementazione di Phoenix ”.

Il progetto di implementazione è ora ufficialmente chiuso e le future richieste di sviluppo verranno gestite insieme alle richieste provenienti da altre parti dell'azienda.

BU Med celebra la Giornata internazionale della donna

La giornata internazionale della donna è stata celebrata domenica 8 marzo in tutto il mondo. La giornata celebra le conquiste sociali, economiche, culturali e politiche delle donne. Ha inoltre segnato un invito all'azione per accelerare l'uguaglianza delle donne e per sostenere e potenziare le donne, non solo in questo giorno, ma anche in tutti gli altri giorni.

Per questa importante occasione, i nostri colleghi della BU Med si sono presi del tempo per riflettere su come lavorare in DFDS e nel settore marittimo in generale come donna. Guarda il fantastico video sopra in cui alcuni dei nostri colleghi condividono il loro punto di vista e augurano a tutti una felice giornata internazionale della donna.

BU Med firma un nuovo contratto collettivo

Da sinistra: Seran Yüzbaşıoğlu, direttore delle risorse umane; Kemal Bozkurt, Vicepresidente Operazioni e rappresentanti dell'Unione dei marittimi turchi celebrano un processo di contrattazione collettiva di successo

Dopo una serie di incontri con l'Unione dei marittimi turchi, è stato firmato un nuovo accordo collettivo a beneficio dei nostri colleghi a bordo delle navi BU Med e ai terminal. L'accordo è già entrato in vigore ed è valido fino alla fine del 2021.

Seran Yüzbaşıoğlu, direttore delle risorse umane, afferma: “Il nuovo contratto collettivo offre migliori condizioni di lavoro e numerosi benefici.

“Durante la preparazione dell'accordo abbiamo tenuto conto dei risultati del rilevamento dei cuscinetti, poiché le pari opportunità e le condizioni di lavoro sono le aree più significative che richiedono un ulteriore miglioramento. Con l'accordo, credo che miglioreremo la motivazione e la soddisfazione lavorativa dei nostri colleghi ".

Kemal Bozkurt, VP Operations, afferma: “Abbiamo vissuto un processo di negoziazione molto positivo e collaborativo con il sindacato. Il risultato è molto più soddisfacente per entrambe le parti e siamo riusciti a concludere alcune delle questioni di vecchia data.

"I termini sono migliorati a 2 mesi e 1 mese di pausa per gli ufficiali e 3 mesi e 1 mese di sconto per le classifiche. Ulteriori benefici sociali e condizioni di lavoro sono ora allineati con il resto di DFDS. I livelli salariali per i dipendenti terrestri sono stati standardizzati.

"Credo che questi miglioramenti contribuiranno ad aumentare ulteriormente la lealtà e la dedizione dei nostri colleghi. Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno partecipato al processo. "

Nuovo direttore in BU Med

Önder Ulaş Başboğa, ex direttore marketing vendite di Ulusoy Sealines, ha iniziato il suo nuovo ruolo di direttore vendite e sviluppo commerciale presso BU MED il 18 febbraio. Riferirà a Fuat Pamukçu, VP Sales, Marketing, Business Development & Strategy.

Önder lavorerà allo sviluppo di strategie di vendita e marketing e alla creazione di nuove opportunità commerciali per BU Med. Nel suo nuovo ruolo, si concentrerà anche sulle tendenze esistenti e future dei metodi operativi che sono applicabili e supportano BU Med.

Önder afferma: “Innanzitutto sono contento di essere un membro della famiglia DFDS. Con la mia esperienza nel settore RoRo, non vedo l'ora di lavorare sulla soddisfazione del cliente, su tutte le attività di vendita e sulle strategie di mercato della BU. Insieme ai miei colleghi, sono certo che sposteremo il marchio e i servizi DFDS in una posizione di prestigio ancora migliore.

Fuat afferma: "Il primo blocco di DFDS Way è orientato al cliente, e credo che la nomina di Önder come direttore delle vendite per BU MED sia un passo importante nella promozione dei servizi e del marchio DFDS Ferry nel mercato turco, non solo per i grandi clienti logistici ma a una più ampia varietà di aziende turche di logistica e trasporti. Dò un caloroso benvenuto a Önder nella famiglia DFDS e gli auguro successo nel suo nuovo ruolo. "

Coronavirus: come DFDS lo affronta a bordo

Stiamo monitorando attentamente la situazione e seguiamo le raccomandazioni delle varie autorità sanitarie per garantire che stiamo facendo tutto il possibile per prevenire la diffusione di virus a bordo dei nostri traghetti. Al momento, incoraggiamo tutti a bordo a:

1: lavarsi le mani regolarmente e disinfettarle con disinfettanti posizionati a bordo.

2: Copri bocca e naso con gomito o tessuto flessi quando tossisci o starnutisci. Si prega di gettare il fazzoletto in un contenitore chiuso e pulire le mani con strofinaccio a base di alcool o sapone e acqua.

3: evitare di toccare gli occhi, il naso e la bocca.

4: Mantenere una distanza di almeno 1 metro (3 piedi) tra se stessi e le altre persone se si sente male, si tossisce, si starnutisce o si ha la febbre. In generale, evitare il contatto fisico.

5: Richiediamo inoltre ai traghetti passeggeri di DFDS di mantenere a bordo una scorta di circa 50 maschere

6: Se una persona riferisce allo staff del DFDS con sintomi di coronavirus (sintomi respiratori, febbre, tosse, mancanza di respiro e difficoltà respiratorie) E questa persona è stata in una zona con presunta trasmissione comunitaria di COVID-19 negli ultimi 14 giorni , OR è stato in contatto con una persona che si è trovata in un'area con presunta trasmissione comunitaria di COVID-19 negli ultimi 14 giorni, OR è stata in contatto con una persona con Coronavirus confermato, devono essere seguite le seguenti procedure:

  1. La persona deve essere isolata in cabina o in auto fino all'arrivo.
  2. La persona deve indossare una maschera facciale, tutto il personale addetto alla persona deve indossare anche maschere.
  3. La persona designata e il dipartimento di equipaggio devono essere avvisati.
  4. Le autorità sanitarie a terra devono essere allertate.

La presunta trasmissione comunitaria di COVID-19 comprende attualmente paesi come Cina, Iran, Italia e Corea del Sud. Le autorità sanitarie del Regno Unito includono anche gli altri paesi del Sud Est asiatico nell'elenco.

Consultare i collegamenti e le raccomandazioni aggiornati delle autorità sanitarie tramite i collegamenti seguenti.

Le ulteriori misure di emergenza a bordo saranno prese in stretta collaborazione con le autorità sanitarie.

Guida aggiuntiva

Per ulteriori indicazioni, si prega di consultare le domande e risposte dell'OMS sul Coronavirus  (o verifica la presenza di analoghi nei rispettivi Paesi di origine):

Belgio:
https://www.info-coronavirus.be/nl/faqs/

Danimarca:
https://www.sst.dk/da/Viden/Smitsomme-sygdomme/Smitsomme-sygdomme-A-AA/Coronavirus/Spoergsmaal-og-svar

Estonia:
https://www.terviseamet.ee/et/uuskoroonaviirus

Francia:
https://www.gouvernement.fr/info-coronavirus 

Germania:
https://www.bundesgesundheitsministerium.de/coronavirus.html

Irlanda:
https://www.gov.ie/en/publication/472f64-covid-19-coronavirus-guidance-and-advice/

Italia:
http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioFaqNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=228

Lituania:
http://sam.lrv.lt/koronavirusas

Norvegia:
https://helsenorge.no/sykdom/infeksjon-og-betennelse/coronavirus

Svezia
https://www.krisinformation.se/detta-kan-handa/handelser-och-storningar/20192/myndigheterna-om-det-nya-coronaviruset

https://www.folkhalsomyndigheten.se/

Paesi Bassi:
https://www.rivm.nl/coronavirus/covid-19/vragen-antwoorden

Il Regno Unito:
https://www.gov.uk/government/publications/covid-19-specified-countries-and-areas/covid-19-specified-countries-and-areas-with-implications-for-returning-travellers-or-visitors-arriving-in-the-uk

Puoi anche porre domande nel campo dei commenti sotto questo articolo o visitare il sito Web del tuo paese.

Un viaggio nelle località di BU Med

Jimmy Marolle (a sinistra) e Lars Hoffmann (a destra) con il team di navigazione Socotu

La prima settimana di febbraio è stata impegnativa per Lars Hoffmann, vicepresidente e capo della BU Mediterranean e Jimmy Marolle, direttore di Route & Agency. Insieme hanno fatto un viaggio in Tunisia e Francia incontrando colleghi, partner locali e agenzie e vedendo le strutture. Terminarono il viaggio a Sète per una riunione del municipio.

Lo scopo del viaggio era quello di fornire a Lars Hoffmann una panoramica e un'impressione di prima mano delle strutture del porto di Rades e di La Goulette, i due porti che stiamo chiamando in Tunisia e ovviamente di avere la possibilità di parlare con i colleghi l'operazione e gli affari locali.

Jimmy Marolle, direttore di Route & Agency, recentemente promosso, afferma: “In Tunisia abbiamo incontrato i nostri partner locali, l'agente di terze parti e la società di trasporto e logistica, Socotu, che ha rappresentato DFDS per oltre 20 anni e la compagnia di traghetti tunisina Cotunav con la quale abbiamo un partenariato tecnico con e con le autorità portuali. Li abbiamo presentati alla nostra nuova struttura e organizzazione in BU Med e abbiamo discusso del rafforzamento della cooperazione, nonché delle opportunità e possibilità commerciali tra Turchia e Tunisia. "

“Abbiamo concluso il nostro viaggio in Francia con una riunione del municipio presso la nuova sede di Sète, dove è stato un piacere incontrare il nostro entusiasta team che gestisce la tratta Istanbul - Sète. L'incontro si è incentrato, tra l'altro, sul recente sviluppo della Business Unit e su come possiamo contribuire a realizzare con successo le nostre ambizioni di Win23 ”afferma Lars Hoffmann, vicepresidente e capo della BU Mediterranean.


Foto scattata al 
ufficio in Sète: da sinistra a destra: Alexandre Sabatte, Lars Hoffmann, Atakan Alkan, Marjorie Magnier, Jimmy Marolle, Julien Mestre, Saïd Sid, Cécilia Escolano, Arthur Claude.

 


Lars Hoffmann accompagnato da Zohra Souab di Socotu nel mezzo di un tour al porto di Rades.